Oggi è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Si celebra oggi, 16 ottobre,  la Giornata Mondiale dell’Alimentazione. Il tema scelto dalla Fao per l’edizione di quest’anno è “Agricoltura familiare: nutrire il mondo per preservare il pianeta”. L’obiettivo è quello di valorizzare l’agricoltura familiare ed i piccoli agricoltori, il cui ruolo è fondamentale per debellare fame e povertà, e contemporaneamente offrire sicurezza alimentare, gestire le risorse naturali, realizzare uno sviluppo sostenibile, specialmente nelle zone rurali. alimentazione 2
Anche l’Assemblea Generale dell’Onu ha deciso che il 2014 sarà l’ “Anno Inernazionale dell’Agricoltura familiare”.  La  prima Giornata Mondiale dell’Alimentazione si svolse nel 1981: la data del 16 ottobre non è stata scelta a caso: si vuole commemorare l’anniversario della FAO, fondata nel 1945 proprio in quel giorno.
In occasione di questa giornata, la Fao, ha reso noto il rapporto “The State of Food and Agriculture”: dallo stesso si evince come le aziende a conduzione familiare siano fondamentali per l’agricoltura mondiale. Si parla di oltre 500 milioni di aziende. Esse, inoltre, rappresentano il 98% delle proprietà agricole, ed il 56% della produzione agricola sul 56% dei terreni.   “L’agricoltura familiare preserva i prodotti alimentari tradizonali, contribuisce ad un’alimentazione equilibrata e difende, a livello mondiale, l’agrobiodiversità e l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali – si legge – La conoscenza approfondita della propria terra e la competenza nel gestire in modo sostenibile paesaggi agricoli diversi, permetono agli agricoltori familiari di migliorare molti servizi ecosistemici”.  Come fare, però, per sfruttare il potenziale di questo tipo di agricoltura per debellare la fame e garantire la sicurezza alimentare ? “E’ necessario un ambiente politico favorevole. Ciò significa un maggior riconoscimento dei molteplici contributi che apportano gli agricoltori familiari, e che gli stessi siano recepiti e si riflettano nelle politiche e nei dibattiti a livello nazionale”, prosegue il rapporto. “Sono numerosi i fattori chiave per uno sviluppo riuscito dell’agricoltura familiare, fra cui: condizioni agroecologiche e caratteristiche territoriali; accesso ai mercati; accesso allaalimentazione 1
terra e alle risorse naturali; accesso alla tecnologia e ai servizi di divulgazione; accesso ai finanziamenti; condizioni demografiche, economiche e socioculturali e istruzione specializzata accessibile. Al fine di realizzare cambiamenti tangibili e miglioramenti sostenibili
sono necessari interventi mirati di politica agricola, ambientale e sociale a sostegno degli agricoltori familiari”. Numerosi gli eventi in programma: alla sede Fao di Roma oltre alla cerimonia ufficiale, si svolge un evento congiunto fra la Giornata Mondiale dell’Alimentazione ed il Comitato Sicurezza Alimentare, intitolato “Innovazione nell’agricoltura familiare: garantire nutrizione e sicurezza alimentare”.
Anche il Miur ha previsto attività didattiche e riflessioni nelle scuole sul tema.