Black list dei prodotti più contaminati

I broccoli cinesi, il prezzemolo vietnamita, il basilico indiano, le melegrane egiziane, il peperoncino thailandese, la menta marocchina, i meloni dominicani, le fragole egiziane, i piselli keniani, le arance egiziane: sono questi i prodotti inseriti da Coldiretti nella black list dei cibi più contaminati. I dati di Coldiretti sono stati presentati oggi e si basano su analisi dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare con riferimento al Rapporto 2015 sui residui di fitosanitari in Europa.

broccoliNel 92% dei campioni di broccoli cinesi analizzati sono state trovate numerose sostanze chimiche in eccesso, mentre nel prezzemolo vietnamita (78% di irregolarità) ne sono state riscontrate altre, sempre in valori superiori al consentito. Ancora peggio per il basilico indiano: secondo il rapporto europeo contine una sostanza vietata nel nostro paese, in quanto considerata cancerogena. Per la maggioranza si tratta di micotossine, additivi e coloranti che superano i livelli previsti dalla normativa europea.

Secondo Coldiretti, l’agricoltura del nostro paese, oltre ad essere quella più “green” d’Europa, avere il divieto di ogm e moltissime aziende biologiche, è al vertice per quanto riguarda la sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (solo lo 0,4%), un dato quasi quattro volte inferiore alla media europea e 20 volte in meno rispetto ai prodotti di paese extra Ue.

Quindi, quando andate a fare la spesa, controllate sempre l’origine dei prodotti che acquistate !

STRUDEL di VERDURA

Una ricetta veloce, ma al contempo gustosa, che spesso “salva” quando non si vuole passare troppo tempo ai fornelli, e riece a far mangiare la verdura anche a chi, di solito, storce un po’ il naso…

STRUDEL DI VERDURE

Ingredienti:

un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
300gr di verdure miste
200 gr di ricotta
1 tuorlo
olio evo qb
sale e pepe qb
semi di papavero qb.

Preparazione: far lessare le verdure. Io ho utilizzato carote, patate, cavolfiori e broccoli, ma
vanno bene quelle che preferite. Dopo averle lessate (attenzione alle cotture, non mettere tutto insieme, altrimenti si rischia di averne alcune stracotte ed altre ancora crude), farle raffreddare per bene. In una ciotola mescolare la ricotta con sale e pepe e un filo d’olio evo. Aggiungere le verdure ormai fredde e mescolare per bene, facendo in modo che il tutto risulti ben amalgamato. Srotolare la pasta sfoglia: mettere il composto di verdura e ricotta nella zona centrale, lasciando un buon margine laterale, per consetire la chiusura. Chiudere la sfoglia come un pacchettino sia sulla parte superiore che ai lati. Sbattere un tuorlo e spennellarlo sulla superficie della sfoglia, quindi spolverizzare con i semi di papavero a piacere. Volendo, al posto dei semi di papavero è possibile utilizzare del sesamo.
Infornare a 180° per una ventina di minuti.