La pizza candidata all’Unesco

E’ ufficiale: la Commissione Italiana per l’Unesco ha confermato la candidatura dell’arte dei pizzaiuoli napoletani per la Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco. pizza
Lo ha confermato il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Per questa candidatura si era svolta anche una petizione on line per supportare l’iniziativa.  Si tratta di un nuovo passo per la valorizzazione dei prodotti Made in Italy, troppo spesso oggetto di contraffazioni. Si stima che le falsificazioni costino al nostro paese oltre 300 mila posti di lavoro.  Il dossier presentato dalla commissione all’Unesco sarà valutato il prossimo anno ed entro la fine dello stesso sarà comunicato il risultato. Il riconoscimento consntirebbe alla pizza di essere salvaguardata, così come l’indotto legato alla stessa. Non sarà facile: bisognerà convincre oltre 200 paesi. In caso di esito positivo, la pizza sarebbe il primo alimento inserito nella lista dei patrimoni immateriali dell’umanità.