Simil pastiera senza glutine

Quest’anno la pastiera  nel periodo pasquale me la posso dimenticare. Il grano è off limits per me. Ma mi sono detta, perchè non sostituirlo con il riso ? Sul web ci sono molte versioni di questa ricetta, anche senza glutine. Quella che vi presento oggi è la mia versione personale. Non la chiamo pastiera perchè non lo è, ma “simil pastiera senza glutine” credo sia il nome adatto.

SIMIL PASTIERA SENZA GLUTINE
Simil pastiera senza glutine
Ingredienti:
Per la frolla:
250 gr farina x dolci senza glutine *
80 gr burro
90 gr zucchero
la scorza grattugiata di un limone bio
la punta di un cucchiaino di lievito x dolci *
2 uova.

Per la crema:
250 gr di ricotta vaccina
200 gr di riso
70 gr zucchero + 30
bacche di vaniglia
650 ml di latte intero
2 uova
arancia candita *
scorza di arancia bio
aroma di fiori d’arancio *

Preparazione:
Iniziamo a preparare la frolla. In una ciotola versare burro e zucchero. Mescolare per bene, poi aggiungervi le uova, e la scorza di limone, incorporando per bene il tutto. Infine, aggiungere farina ed il pizzico di lievito. Impastare con le mani sino ad ottenere un composto uniforme. Dargli la forma di un rettangolo spesso, avvolgere in pellicola alimentare e mettere in frigo per almeno 30 minuti.

Per la crema, io consiglio di prepararla il giorno prima. Far cuocere il riso nel latte, con 70 gr di zucchero e vaniglia, sino ad assorbimento del liquido. Un volta fatto raffreddare, in una ciotola a parte, mescolare la ricotta con le uova, i 30 gr di zucchero rimasti, la scoza di arancia. Aggiungervi il riso cotto nel latte, l’aroma di fiori d’arancio ed i canditi.

Togliere la pasta frolla dal frigorifero, stenderla con un mattarello, e sistemarla in una teglia precedentemente imburrata (o con la carta forno). Foderare bene la teglia, anche lungo i bordi. Versarvi la crema ottenuta. Con l’impasto avanzato, creare delle striscie da collocare sulla superficie. Infornare a 180° per circa 55/60 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare su una gratella. Se volete, potete spolverizzarl di zucchero a velo prima di servire. E la simil pastiera senza glutine è pronta per far mostra di sè sulla tavola pasquale.

* Verificare che su questi ingredienti ci sia la dicitura “senza glutine”, il marchio Spiga Barrata, o sia presente nel Prontuario Aic.

BOMBA di PANETTONE

E visto che domani è l’Epifania, e con essa si conclude questo periodo di “esagerazioni” gastronomiche, perchè non chiudere alla grande ? Con una vera e propria “bomba”… di panettone ! Lo spunto me l’ha dato la visione di un programma di Jamie Oliver. Io l’ho realizzata come la mia fantasia me l’ha suggerita.

BOMBA di PANETTONE

Ingredienti:
mezzo panettone
350 gr gelato alla panna
70 gr ciliegine candite
una manciata di pistacchi
2 manciate di mandorle a lamelle
1 mandarino
mezzo vasetto marmellata di arancia
rum qb
una tavoletta di cioccolato fondente

Preparazione: Rivestire una ciotola di dimensione media con della pellicola trasparente. Tagliare il panettone a fette spesse al massimo 5 millimetri. e foderare bene la ciotola.
Con un pennellino, bagnare il panettone con poco rum. Rivestire tutto il panettone con un sottile strato di marmellata di arancia. Nel frattempo, togliere dal freezer il gelato per circa mezz’ora. Metterlo in una terrina ed aggiungervi le ciliegine tagliate a metà, le mandorle a lamelle, i pistacchi tritati grossolanamente ed il mandarino tagliato a fette. Riempire la base di panettone con il gelato sino a mezzo centimetro dal bordo. Tagliare altro panettone per chiudere il fondo. Bagnare anch’esso con poco rum. Coprire con pellicola e mettere in freezer per almeno mezza giornata. Togliere dal freezer almeno un’ora prima di servire. Pochi secondi prima di andare a tavola, far sciogliere a bagnomaria il cioccolato e versarlo immediatamente sulla bomba che avrete tolto dalla ciotola e dalla pellicola trasparente e girato su un vassoio di portata. Il cioccolato va versato rapidamente, perchè, con il freddo del gelato, si solidifica velocemente.

PANFORTE

Rieccomi ! Come promesso, in questo periodo cerco di pubblicare alcune ricette
per Natale, compatibilmente con il tempo a disposizione. Questa è la volta del
panforte, altro dolce che apprezzo molto volentieri. La ricetta è quella pubblicata sul libro
“Biscotti di Natale” di Barbara Torresan, alla quale, ho aggiunto solo alcuni chiodi di garofano sminuzzati, per esaltare ulteriormente il sapore speziato. Si tratta di una ricetta veloce e semplice da realizzare.

PANFORTE

Ingredienti:
150 gr di farina 00
120 gr gherigli di noce pelati
120 gr mandorle pelate
200 gr canditi misti (io ho usato arancia e cedro)
cannella e noce moscata a piacere
6 chiodi di garofano sminuzzati
150 gr zucchero a velo
150 gr miele
50 gr zucchero a velo vanigliato
ostie (io non le ho trovate ed ho fatto senza)

Preparazione: Far asciugare per 5 minuti a 180 gradi in forno le mandorle e le noci. Poi, farle raffreddare velocemente e tagliarle grossolanamente. In una terrina mettere la frutta secca, i canditi, le spezie e la farina (tranne due cucchiai di questa). Mescolare bene il tutto.
In una pentola mettere il miele e lo zucchero a velo normale con un ucchiaio di acqua: portare a cottura, sino a che non diventi trasparente e con le bolle. Versare quindi il composto ottenuto nella terrina con i canditi, la frutta secca e la farina e mescolare bene. Se serve, utilizzare anche le mani ed impastare per bene il tutto. A questo punto, se avete trovato le ostie, foderate una teglia e poi versatevi il composto. Io ho usato della normale carta forno.
Livellare bene il tutto.

Spolverizzare la superficie con lo zucchero vanigliato e la poca farina tenuta da parte. Far cuocere per mezz’ora a 160° e fare raffreddare.