Cannavacciuolo: nuovo bistrot a Novara

Nuova avventura per lo chef stellato Antonino Cannavacciuolo: dopo Villa Crespi ad Orta e collaborazioni con alcuni importanti resort, oggi, 22 ottobre, ha aperto ufficialmente il suo nuovo locale.044 Si chiama “Cannavacciuolo Cafè e Bistrot” e si trova in centro a Novara, accanto allo storico Teatro Coccia. Il locale, infatti, dopo un restauro di alcuni mesi, che ha visto un notevole impegno finanziario, si trova nella cornice ottocentesca del Teatro.
Come si legge sul sito dello chef Cannvacciuolo, al “Cannvavacciuolo Cafè & Bistrot”  “fra innovazione e tradizione vi attendono l’esplorazione di nuovi sapori, e la sinfonia di soprendenti piaceri per il palato”. Sono previste proposte innovative, per ogni momento della giornata: dalla colazione, sino al dopocena al termine del teatro. Ma non è tutto: c’è anche un servizio di take away per gustare a casa o dove si vuole, a prezzo equo, un piatto doc.
Oggi c’è stata l’apertura, ma la data dell’inaugurazione vera e propria non è ancora stata fissata.  Per info: [email protected]

Cannavacciuolo testimonial di un corso di e-learning per cuochi

In attesa di tornare in tv in qualità di nuovo giudice di Masterchef, Antonino Cannavcciuolo è testimonial del primo corso a distanza attraverso e-leaning per cuochi professionisti.
Si tratta di un progetto innovativo denominato “Chef fuoriclasse” del CEF- Centro Europeo di Formazione. Chef Cannavacciuolo

Il CEF (www.corsicef.it) è una  società editrice leader nel panorama innovativo della formazione professionale a distanza (FAD), anche con metodi di apprendimento on line grazie alle tecnologie multimediali, con l’appoggio scientifico di Renaia, la Rete Nazionale degli Istituti Alberghieri . Il corso di cuoco “Chef fuoriclasse” punta all’eccellenza professionale e a un percorso formativo atipico appunto fuori dalla tradizionale classe scolastica. Lo chef di Villa Crespi ad Orta, propone così una nuova “sfida”: è possibile diventare cuochi professionisti anche ad una certa età e senza il percorso scolastico tradizionali. Il corso prevede sedici  volumi-unità didattiche con esercizi e test di valutazione a distanza, 3 dvd video pratici, 3 volumi con il meglio delle ricette della grande tradizione regionale italiana e altri strumenti, anche su piattaforme pc, tablet e smartphone.

Nato  nel 2007 all’interno del Gruppo De Agostini con l’obiettivo di farne un leader europeo nel settore della formazione professionale erogata con il metodo della Formazione a distanza (FAD), il Centro Europeo di Formazione è oggi parte del Gruppo Ebano di Novara. Nelle prossime settimane ci sarà un evento durante il quale chef Antonino Cannavacciuolo presenterà ufficialmente il progetto.

Cannavacciuolo quarto giudice di Masterchef

Neppure il tempo di archiviare la quarta edizione, che già emergono novità su quella che sarà la quinta edizione di “Masterchef”.

Il responsabiel dei contenuti di Sky, Andrea Scrosati, ha infatti annunciato che la prossima edizione vedrà impegnati ben quattro giudici: a Carlo Cracco, Bruno Barbieri e Joe Bastianich, infatti, si aggiungerà Antonino Cannavacciuolo.  Lo chef napoletano sarà quindi il quarto giudice di Masterchef.
044I casting per la nuova edizione, che sarà registrata nei prossimi mesi, sono già aperti da alcune settimane.
Cannavacciuolo è stato giudice-ospite in una puntata di questa edizione, nella quale ha valutato l’operato degli aspiranti chef su una cottura di pesce ed in occasione di una sfida a squadre in trasferta.
Per lo chef di “Villa Crespi” di Orta San Giulio, sarà un nuovo impegno televisivo, dopo quello delle due edizioni di “Cucine da incubo”, andate in onda sempre su Sky

Cannavacciuolo gestirà il bar Coccia a Novara

Sarà lo chef Antonino Cannavacciuolo a far rinascere il bar/ristorante Coccia, dell’omonimo teatro di Novara. Dopo alcune indiscrezioni e la conferma da parte dello stesso chef di aver presentato una proposta in tal senso, nella giornata di oggi, è giunta la conferma. Il Consiglio di Amministrazione della Fondazione ha infatti esaminato le diverse offerte giunte nell’ambito della trattativa privata per la gestione del locale, ed ha deciso di affidarla ad Antonino Cannavacciuolo. “L’offerta di Cannavacciuolo – si legge in una nota stampa – è staa giudicata di gran lunga la migliore sotto il profilo qualitativo e soddisfacente dal punto di vista economico”.044 <<Mi piace pensare – ha commentato lo chef – alla cucina come ad un palcoscenico. Per questo l”idea di lavorare dentro la struttura di un teatro mi affascina. Porterò al Coccia di Novara la mia filosofia con un format accessibile a tutti. Il meglio di prodotti italiani dal sud al nord, una cucina solare e dinamica, puntando sulla socialità e atmosfere nuove. Noi siamo quello che mangiamo. Il nostro obiettivo è quello di dimostrare alle persone che il cibo migliora la loro vita a tutti i livelli>>. L’inizio dei lavori ci sarà già nei prossimi giorni per consentire l’apertura in concomitanza con la prima della stagione teatrale, prevista per l’inizio del mese di ottobre.