Torta soffice cuor di mela e rosmarino senza glutine

Autunno, tempo di torte di mele. Qui sul blog ne trovate già alcune, ma se ne possono fare in tantissimi modi. Quella che vi propongo oggi è una torta soffice con un cuore di mela e rosmarino, molto delicata e golosa. Ottima con una tazza di te o latte, a merenda o colazione. Ah, ho usato il burro. Vada per tutte le versioni sane e leggere, ma per me la torta di mele “chiama” assolutamente il burro ! Ecco la mia torta soffice cuor di mela e rosmarino senza glutine.

torta soffice cuor di mela e rosmarino senza glutine
TORTA SOFFICE CUOR DI MELA E ROSMARINO SENZA GLUTINE

Ingredienti (per una teglia da 22cm)

Per l’impasto:
60 gr farina per dolci senza glutine *
40 gr maizena
80 gr zucchero semolato
50 gr burro fuso a temperatura ambiente
scorza grattugiata di un limone bio
3 uova
un cucchiaino raso di lievito per dolci *

Per il ripieno:
2 mele golden
50 ml vino bianco
30 gr zucchero
1 rametto di rosmarino

Preparazione: per la torta soffice cuor di mela e rosmarino senza glutine, si deve iniziare a preparare il ripieno, perchè dovrà essere utilizzato freddo. Lavare, sbucciare e privare del torsolo le mele, e tagliarle a tocchetti piccoli. Metterli in una casseruola, far scaldare bene, come quando si tosta il riso per un risotto, e poi sfumare con il vino bianco. Far dealcolizzare e quindi aggiungere lo zucchero. Far cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti. Se le mele dovessero asciugarsi troppo, aggiungere un cucchiaio di acqua, non di più. Deve risultare un composto abbastanza compatto. Una volta cotte le mele, transferirle in un contenitore in cui aggiungerete il rametto di rosmarino, che insporirà il tutto, senza però lasciare un sapore forte. Far raffreddare per bene.

Passiamo poi all’impasto. In un terrina frullare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, sino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere il burro fuso a temperatura ambiente e la scorza di limone grattugiata, e continuare a frullare. Infine, aggiungere la farina per dolci senza glutine, la maizena ed il lievito precedentemente setacciati. Versare metà dell’impasto in una teglia imburrata e infarinata o rivestita di carta forno. Infornare per 10 minuti a 170°, sino a che la superficie non risulti parzialmente cotta. A questo punto, togliere la teglia dal forno, versare il composto di mele (dopo aver tolto il rametto di rosmarino) sulla superficie della torta, spargerlo bene e ricoprire con il resto dell’impasto. Cuocere sempre a 170° per altri 20/25 minuti, a seconda del forno che avete. Vale sempre il controllo con uno stecchino.
Una volta cotta, togliere la teglia dal forno, fare raffreddare parzialmente e poi togliere la torta e metterla su una gratella per completare il raffreddamento. Spolverizzare di zucchero a velo prima di servire. E la torta soffice cuor di mela al rosmarino senza glutine è pronta per essere gustata

* questi ingredienti devono avere la dicitura “senza glutine”, il marchio Spiga Barrata, o essere presenti nel Prontuario Aic

Dolci da forno

Quante volte avete deciso di fare un bel dolce, ma il risultato non è stato come ve lo immginavate ? Succede, ma nessun problema. Il libro che vi presento oggi è una vera e propria scuola, con foto dettagliate e passaggi spiegati molto bene, per risultati perfetti.

DOLCI DA FORNO – Scuola di cucina – Slow Food

Non ci sono solo ricette, però. Il libro, infatti, si apre con una serie di consigli su quali prodotti acquistare per ottenere risultati ottimali: dalla farina, alle uova, dal burro agli zuccheri. E poi, cosa manca ? Le attrezzature, ovviamente.
Le ricette, inoltre sono suddivise a seconda delle caratteristiche principali dei dolci da realizzare: i tipi di impasto, lievitati, farine di diverso tipo (anche senza glutine), ecc…
Dolci da fornoLa scuola si apre con i dolci a base di frolla (crostata frangipane, di frutta fresca; di amaretti, cioccolato  alchermes);   con la sfoglia (sfogliata alla crema, strudel…); pan di spagna (rotolo di cioccolato con panna e torrone, tota di pan di spagna con ricotta). Si passa poi ai dolci lievitati (torta di arance,  focaccia dolce della nonna, pandolce genovese e altri);  a quelli realizzati con il pane raffermo, ai pani dolci, a quelli per la prima colazione. La sezione riservata alle ricette vere e proprie è, invece, un vero e proprio trionfo di golosità. Dalla torta gianduia  a quella con pesche ed amaretti, alla Elvezia, alla tora greca, panettone, bisciola, torta tenerina, torta delle rose, alla spongata, buccellato, crostata alla crema con nocciole e tantissime altre ancora. Vi siete ingolositi almeno un pochino ? Il prossimo appuntamento con “Letture golose” torna fra quindici giorni.

Scheda
“Dolci da Forno” – Scuola di cucina
Ed. Giunti-Slow Food Editore

Fine settimana fra dolci e formaggio

E’ un fine settimana fra dolci e formaggio, quello che sta per arrivare, che può soddifare i gusti di tutti gli appassionati

I golosi non possono perdere la prima edizione di “Sweety of Milano”. Domani e domenica, 19 e 20 settembre, al Palazzo delle Stelline di Milano, si svolgrà, infatti, un maxi evento dedicato alla pasticceria. pasticceria Saranno presenti oltre venti meastri pasticceri italiani, che, oltr a mettere in vendita le proprie creazioni, saranno protagonisti di un serie di masterclass imperdibili.  Luigi Biasetto, Denis Buosi, Salvatore De Riso, Gino Fabbri, Iginio Massari, Luca Montersino, Maurizio Santin, Alessandro Servida sono solo alcuni di pasticceri che si alterneranno nella due giorni più dolce del periodo. Info:www.sweetyofmilano.com
Domani, inoltre, si svolgerà il concorso “Panettone day”, durante il quale sarà assegnato il titolo di “Miglior Panettone 2015”  di “Miglior Dolce Lievitato al cioccolato 2015”. Il concorso è promosso da Braims in partnership con Novacart. La giuria sarà composta da Iginio Massari, Gino Fabbri, Davide Paolini, Maurizio Santin e Mara Nocilla.
Info: www.panettone-day.it

Come detto, il fine settimana  srà fra dolci e formggio. E da oggi, venerdì 18 settembre, e sino a lunedì 21, Bra è la capitale assoluta di questo prodotto.fomaggio Organizzata ogni due anni da Slow Food, si svolge infatti “Cheese”. Presenti produttori da ogni parte del mondo, laboratori del gusto, presidi (50 da 14 paesi), assggi, il mercato dei Formaggi, la gan sala dei Formaggi, cucine di strada e molto altro ancora. L’edizione 2015, la decima, si focalizza sul tema delle “sorgenti del latte” per scoprire storie di chi decide, soprattutto giovani, di stare sui mondi e riprendere un mestiere. Ricchissimo il programma di eventi. Potete vedere i dettagli su: http://cheese.slowfood.com/it

Muffins cacao e caffè senza glutine

Oggi vi propongo una nuova ricetta: anche in queso caso senza glutine, vista la necessità che ho di eliminarlo dalla mia quotidianità… All’inizio ero un pochino spaesata, ma ora sto imparando piano piano a conoscere le diverse consistenze e le farine. Sono ancora in fase sperimentale, ma le cose procedono bene.
Così ho voluto provare a fare i muffins, che non facevo da molto tempo. Sono semplici, con cacao e caffè: vanno bene anche per gli intolleranti al lattosio, visto che non ci sono nè latte nè burro. Provate anche voi i muffins al cacao e caffè senza glutine !!!

MUFFINS cacao e caffè – senza glutine

Ingredienti x 12 muffins:
muffins cacao e caffè senza glutine
200 gr farina di riso*
80 gr farina di tapioca *
30 gr cacao amaro*
90 gr zucchero
2 uova
75 ml caffè
70 ml olio di mais
7 gr lievito per dolci *

Preparazione: in una terrina mescolare tutte le polveri: farina di riso, farina di tapioca, cacao amaro (setacciato), lievito (setacciato) e zucchero. A parte, preparare i liquidi insieme: quindi, le uova sbattute, il caffè e l’olio. Versare i liquidi nella terrina contenente le polveri e mescolare sino ad amalgamare il tutto. Con uno spallinatore per gelat o (se non l’avete, va benissimo un semplice cucchiaio), versare l’impasto in una teglia per muffin in cui avete messo precedentemente i pirottini di carta. Cuocere a 170° per circa 20/25 minuti. Come sempre la cottura dipnde dal forno. Controllare con uno stecchino. Far raffreddare i muffins al cacao e caffè senza glutine su una gratella prima di servirli.

* tutti questi ingredienti devono essere senza glutine. Verificate se compare il marchio Spiga Barrata, se presente nel prontuario Aic o se indicato sulla confezione