Collaborazione Fao-Eataly

Presto sugli scaffali italiani e non solo, ci saranno prodotti provenienti da una cooperativa etiope tutta al femminile: il tutto, grazie ad una partnrship fra la Fao ed Eataly. L’obiettivo dell’accordo, siglato ormai due anni fa, è quello di contribuire ad aiutare i piccoli agricoltori presenti nelle zone depresse del mondo, aiutandoli ad aumentare la produzione e a raggiungere nuovi clienti. fichi d'india
La cooperativa è composta da cinque donne, che peparano succhi di frutta, marmellate e biscotti. L’aiuto è stato dato per aumentare la produzione di marmellata di fichi d’india da portare in Europa. Al momento, la piccola cooperativa in rosa ha prodotto, come comunicato dalla stessa Fao, circa 4 mila barattoli di marmellata, seguendo gli standard di sicurezza alimentare non solo etiopi, ma anche europei. Le giovani sono state affiancate ed hanno seguito appositi corsi di fomazione. Nella prima fase sono state in grado di preparare 200 vasetti di marmellata al giorno.

A breve la marmellata sarà trasferita in Italia dove saranno poi messe in vendita al costo, presunto, di 3,50 euro. La partnership fra la Fao ed Eataly sta coinvolgendo ed aiutando anche altri piccoli produttori di altri paesi.