Resta a Genova il titolo di campione mondiale di pesto

Resta a Genova il titolo di campione mondiale di pesto al mortaio. Ieri nel capoluogo ligure, infatti, si è svolto il Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio ed è stato assegnato ad Alessandra Fasce, 37enne di Genova.pesto
Al concorso, giunto alla sesta edizione ed organizzato dall’Associazione Culturale dei Palatifini, hanno partecipato 100 concorrenti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. La vincirice ha dapprima passato la prima scrematura effettuata dalla giuria, che ha portato da 100 a 10 il numero dei finlisti, sbaragliando poi la concorrenza in finale.

La ricetta originale del Pesto Genovese al Mortaio prevede tassativamente l’utilizzo di questi ingredienti: Basilico Genovese dop, pinoli, parmigiano reggiano stravecchio, fiore sardo, aglio di Vessalico, sale marino grosso, olio extravergine d’oliva Riviera Ligure dop.

Campionato del mondo di pesto e Slow Food Day

Come faccio spesso, vi segnalo alcuni eventi del wek-end: questa volta parliamo del Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio, in programma a Genova e dello Slow Food Day, che coinvolgerà oltre 300 località in tutta Italia.

  • Sono cento, provenienti da ogni parte del mondo, i concorrenti che domani, sabato 16 aprile, si affronteranno nel Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio. pestoL’iniziativa, organizzata dall’Associazione Culturale dei Palatifini, si svolgerà  Palzzo Ducale. Fra gli stranieri in gara si segnalano un concorrente norvegese, uno dalla Nuova Zelanda, dalle Hawaii, dal Giappone e dal Togo. L’organizzazione fornirà a  tutti i partecipanti il necessario per preparare il pesto: fra i cento concorrenti, la giuria, composta da gastronomi ed esprti, sceglierà i migliori dieci che si affronteranno nella finalissima. Lo scorso anno la vittoria andò ad una signora genovese di 86 anni. Info su www.pestochampionship.it
  • Sesta edizione, domani, sabato 16 aprile, dello Slow Food Day. Lo slogan di quest’anno, che coincide con il trentesimo anniversario di Slow Food è “Voler bene alla Terra”. Sono oltre trecento le piazze coinvolte, in vario modo, nell’iniziativa: tutte le condotte Slow Food forniranno al pubblico informazioni ed offrire momenti divulgativi, oltre a far conoscere i vari progetti riguardanti i Presidi Slow Food, l’Arca del Gusto, Orti scolastici, Orti in Africa ed altro ancora, tutto all’insegna della promozione dell’alimentazione naturale.
    Per conoscere nel dettaglio le località e le manifestazioni in programma, visitare il sito http://www.slowfood.it/slowfoodday/

Un goloso fine settimana

Buon week-end a tutti. Torno a proporvi alcune idee per un goloso fine settimana.
Come sempre, se avete segnalazioni da fare, inviate una mail a [email protected]
Si parte da Genova, si va a Rimini e anche a Bologna.

– Si svolge domani, domenica 24 gennaio ai Magazzini del Cotone di Genova, nell’area del Porto Antico, l’edizione 2016 di “Genova Gluten Free”, evento organizzato da Aic Liguria. L’obiettivo è quello di fornire un’informazione corretta su celiachia, intolleranze e sul senza glutine. Previsti convegni, seminri specifici, ma anche concorsi, cooking show, area espositiva con operatori del settore alimentare gluten free e tanto altro. Info e programma completo su www.genovaglutenfree.it

A Rimini, invece, si apre oggi l’edizione 2016 del Sigep, il Salone internazionale della gelateria, pasticceria e panificazione artigianale. Sino a mercoledì, 27 gennaio, moltissimi gli eventi e le presentazioni in programma: fra le tante, segnaliamo la Coppa del Mondo di Gelateria, con 13 nazioni patcipanti; la The Pastry Queen, competizione riservata alle donne; lasfida mondiale della Star of Chocolate e la sfida di panificazione Bread in the City. L’immagine della manifestazione è il David di Michelangelo, che il team di Mirco Della Vecchia e Giuseppe Punteri porterà tutta in cioccolato: alta 3,5 metri, la statua è stata realizzata in 26 giorno e con 1180 kg di cioccolato fondente. www.sigep.it

tortelliniProsegue sino a domani a Bologna “Cibo’ so good”, il festival dei sapori di Bologna.  A Palazzo Re Enzo, l’appuntamento è per i gourmet. Sono in programma degustazioni, percorsi sensoriali, laboratori del gusto, e tanti altri eventi Da segnalare, in particolare, la “Disfida fra tortellino e cappelletto romagnolo”. www.cibosogood.it

Campionessa mondiale di pesto ad 86 anni

Ha 86 anni e si chiama Alfonsina, la vincitrice del “Pestello d’Oro”, il campionato mondiale di pesto genovese al mortaio, svoltosi nel capoluogo ligure lo scorso fine settimana, giunto alla sua quinta edizione. Nonna Alfonsina ha sbaragliato i cento concorrenti iniziali, giunti da ogni parte del mondo (anche da Finlandia, Irlanda, Inghiltera, Francia e Usa, fra i tanti),  arrivando alla finale a dieci, vincendola. La vincitrice ha utilizzato un mortaio in uso già a sua nonna oltre cento anni fa. Il pesto è stato preparato con prodotti tipici: basilico dop ligure, pinoli italiani, aglio di vessalico, parmigiano reggiano dop, fiore sardo dop, sale marino di Trapani ed olio evo ligure.

still-life-pesto-556577-m