Crostata ai fichi e mandorle senza glutine

Finalmente ritorno sul blog dopo la lunga pausa estiva. Questa è una crostata buonissima, con già il profumo dell’autunno. Ovviamente, senza glutine 🙂 Provatela anche voi !

CROSTATA AI FICHI E MANDORLE SENZA GLUTINE

Ingredienti x la frolla:
280 gr farina x dolci senza glutine – per la versione normale si può sostituire con farina 00
50 gr farina di riso senza glutine
1 bustina di vanillina
1 vasetto di yogurt naturale magro senza zucchero
80 gr burro freddo da frigorifero
130 gr zucchero
1 uovo
1 cucchiaino lievito x dolci

Ingredienti x la confettura:
8 fichi
metà del loro peso in zucchero di canna

mandorle a lamelle qb

Preparazione: in una ciotola versare burro, zucchero, vanillina, yogurt e uovo. Mescolare per bene. Aggiungere le farine ed il lievito ed impastare sino ad ottenere un panetto abbastanza compatto. Se dovesse essere troppo appiccicoso, aggungere altra farina di riso, se troppo asciutto, un albume d’uovo. La consistenza dipende molto dalla grandezza delle uova utilizzate. Avvolgere il panetto nella pellicola alimentare e mettere in firgorifero per almeno un’ora e mezza.

A parte, preparare la confettura. Sbucciare i fichi, e pesarli. Metterli in una casseruola con metà del loro peso in zucchero di canna (es. se 500 gr di fichi, 250 di zucchero di canna, ecc…). Far cuocere a fiamma moderata mescolando frequentemente per circa mezz’ora. Togliere dal fuoco e far raffreddare.

Trascorso il tempo di raffreddamento, stendere la frolla in una teglia precedentemente imburrata e infarinata. Sistemare i bordi e bucherellare il fondo con una forchetta. Versarvi la confettura fredda (la quantità è a piacere) e decorare con lamelle di mandorle. Decorare la crostata con strisce di pasta o altri disegni di pasta. Infornare a forno statico a 180° per almeno 25 minuti.

Pasta al pesto di verdure delicato senza glutine

Una pasta davvero adatta a questo periodo estivo, facile e velocissima da preparare. Io ho usato la pasta senza glutine, ma voi potete usare tranquillamente quella che volete. Qualche verdura, basilico, formaggio, olio e mandorle ed ecco pronto un piatto estivo al 100%.

PASTA AL PESTO DI VERDURE DELICATO SENZA GLUTINE
pasta al pesto di verdure delicato senza glutine
Ingredienti per 4 persone:
300 gr di pasta senza glutine *
1 zucchina
una decina di pomodorini datterini
un bel ciuffo di basilico fresco
una manciata di mandorle spellate
30 gr di parmigiano reggiano grattugiato
sale qb
olio evo qb

Preparazione: Preparare questa pasta al pesto di verdure delicato senza glutine è davvero semplicissimo, in quanto il pesto si prepara mentre la pasta cuoce. In questo modo si ottimizza il tempo al massimo, in quanto poi il pesto non richiede alcun tipo di cottura.
Quindi, mettere in cottura la pasta senza glutine secondo le modalità riportate sulla confezione (ci sono tipi che cuociono in più o meno tempo). Nel frattempo, lavate e mondate le verdure.
In un mixer mettere la zucchina tagliata a tocchetti, i pomododorini datterini, il basilico ed un filo d’olio. Frullare per bene. A questo punto, aggiungere le mandorle ed il parmigiano, aggiungendo ancora un pochino d’olio. Frullare ancora il pesto sino a che le mandorle si siano ben frullate ed amalgamate al resto del composto. Regolare di sale solo all’ultimo momento. Se dovesse risultare un pochino solido, aggiungere pochissima acqua di cottura della pasta. Una volta cotta la pasta, scolarla e condire con questo pesto di verdure delicato. Fresco e semplice, no ?

Denominazione Igp per i cantuccini toscani

L’Unione Europea ha recentemente conferito ai cantuccini toscani la denominazione Igp.
Per la Regione Toscana si tratta del ventinovesimo riconoscimento di prodotto quale Indicazione Geografica Protetta. Per essere definiti tali i cantuccini toscani devono seguire un preciso disciplinare che prevede minimo il 20% di mandorle su un chilogrammo di prodotto finito, poi miele, burro, uova e farina. cantucciniI cantuccini, secondo una recente indagine, sono il terzo biscotto più conosciuto al mondo, con un mercato internazionale in continua espansione. Tradizionalmente viene accompagnato al vin santo, un vino liquoroso, ma in alcuni paesi stranieri viene consumato in ogni momento della giornata abbinato a te o caffè.
La concessione dell’Igp è arrivata dopo cinque anni dalla richiesta inoltrata all’Unione Europea da Assocantuccini, l’associazione dei produttori di cantuccini toscani.
L’origine di questo biscotto si fanno risalire alla Toscana del tempo della famiglia de’ Medici.

Plumcake alle mandorle

Anche oggi vi propongo un dolcetto. Semplice, ma molto buono, friabile e, soprattutto, che si scioglie in bocca. Avevo delle mandorle in dispensa e mi sono inventata questa ricettina: un soffice plumcake alle mandorle. Cosa ne pensate ?

PLUMCAKE alle MANDORLE

Ingredienti:
200gr mandorle tritate
100gr zucchero
50gr fecola
50 gr farina
3 cucchiaio olio di semi di mais
1 cucchiaio miele di acacia
2 uova
mezza bustina lievito per dolci
mezzo bicchiere latte
plumcake alle mandorle
Preparazione: Tenere da parte quattro cucchiai di mandorle. Separare tuorli e albumi. Montare gli albumi a neve. A parte, sbattere con le fruste elettriche i tuorli con zucchero e miele. Aggiungere quindi olio e latte, e poco per volta, le mandorle tritate. Incorporare farina, fecola e lievito precedentemente setacciati. Infine, mescolando dall’alto verso il basso, aggiungere gli albumi.
Ricoprire di carta forno uno stampo da plumcake e versarvi l’impasto. Sulla superficie spolverizzare le mandorle tritate tenute da parte, e spargervi un cucchiaio di zucchero a velo. Far cuocere a 170° (forno statico) per 35 minuti.