VELLUTATA di ZUCCA e CAROTE

Un piatto gustoso abbastanza veloce da preparare, con ingredienti semplici. La vellutata di zucca e carote, è sana e buona. La zucca poi, è uno degli ingredienti che preferisco: versatile, leggera, buona in minestre, vellutate, torte salate, come contorno, e tanto altro. Qui, in un suo utilizzo in abbinata con le carote.

Ingredienti:
250g di zucca marina di Chioggia
5 carote
olio evo
1 scalogno
mandorle a lamelle qb
brodo vegetale qb
014 copia
Preparazione:  tagliare la zucca e le carote in tocchetti di egual dimensione.
Mettere una casseruola sul fuoco e far saltare in poco olio evo lo scalogno. Aggiungere la zucca e la carota, ed insaporirle per bene. A questo punto, coprire a filo le verdure con il brodo vegetale precedentemente preparato (con cipolla, carota e sedano) e cuocere per 30/35 minuti, sino a cottura della zucca e delle carote. Frullare con un frullatore ad immersione.
In una padella senza olio o altro tipo di condimento, far scaldare una manciata di mandorle a lamelle, sino a farle imbiondire. Servire la vellutata calda e guarnire con le lamelle di mandorle.

BOMBA di PANETTONE

E visto che domani è l’Epifania, e con essa si conclude questo periodo di “esagerazioni” gastronomiche, perchè non chiudere alla grande ? Con una vera e propria “bomba”… di panettone ! Lo spunto me l’ha dato la visione di un programma di Jamie Oliver. Io l’ho realizzata come la mia fantasia me l’ha suggerita.

BOMBA di PANETTONE

Ingredienti:
mezzo panettone
350 gr gelato alla panna
70 gr ciliegine candite
una manciata di pistacchi
2 manciate di mandorle a lamelle
1 mandarino
mezzo vasetto marmellata di arancia
rum qb
una tavoletta di cioccolato fondente

Preparazione: Rivestire una ciotola di dimensione media con della pellicola trasparente. Tagliare il panettone a fette spesse al massimo 5 millimetri. e foderare bene la ciotola.
Con un pennellino, bagnare il panettone con poco rum. Rivestire tutto il panettone con un sottile strato di marmellata di arancia. Nel frattempo, togliere dal freezer il gelato per circa mezz’ora. Metterlo in una terrina ed aggiungervi le ciliegine tagliate a metà, le mandorle a lamelle, i pistacchi tritati grossolanamente ed il mandarino tagliato a fette. Riempire la base di panettone con il gelato sino a mezzo centimetro dal bordo. Tagliare altro panettone per chiudere il fondo. Bagnare anch’esso con poco rum. Coprire con pellicola e mettere in freezer per almeno mezza giornata. Togliere dal freezer almeno un’ora prima di servire. Pochi secondi prima di andare a tavola, far sciogliere a bagnomaria il cioccolato e versarlo immediatamente sulla bomba che avrete tolto dalla ciotola e dalla pellicola trasparente e girato su un vassoio di portata. Il cioccolato va versato rapidamente, perchè, con il freddo del gelato, si solidifica velocemente.

PANFORTE

Rieccomi ! Come promesso, in questo periodo cerco di pubblicare alcune ricette
per Natale, compatibilmente con il tempo a disposizione. Questa è la volta del
panforte, altro dolce che apprezzo molto volentieri. La ricetta è quella pubblicata sul libro
“Biscotti di Natale” di Barbara Torresan, alla quale, ho aggiunto solo alcuni chiodi di garofano sminuzzati, per esaltare ulteriormente il sapore speziato. Si tratta di una ricetta veloce e semplice da realizzare.

PANFORTE

Ingredienti:
150 gr di farina 00
120 gr gherigli di noce pelati
120 gr mandorle pelate
200 gr canditi misti (io ho usato arancia e cedro)
cannella e noce moscata a piacere
6 chiodi di garofano sminuzzati
150 gr zucchero a velo
150 gr miele
50 gr zucchero a velo vanigliato
ostie (io non le ho trovate ed ho fatto senza)

Preparazione: Far asciugare per 5 minuti a 180 gradi in forno le mandorle e le noci. Poi, farle raffreddare velocemente e tagliarle grossolanamente. In una terrina mettere la frutta secca, i canditi, le spezie e la farina (tranne due cucchiai di questa). Mescolare bene il tutto.
In una pentola mettere il miele e lo zucchero a velo normale con un ucchiaio di acqua: portare a cottura, sino a che non diventi trasparente e con le bolle. Versare quindi il composto ottenuto nella terrina con i canditi, la frutta secca e la farina e mescolare bene. Se serve, utilizzare anche le mani ed impastare per bene il tutto. A questo punto, se avete trovato le ostie, foderate una teglia e poi versatevi il composto. Io ho usato della normale carta forno.
Livellare bene il tutto.

Spolverizzare la superficie con lo zucchero vanigliato e la poca farina tenuta da parte. Far cuocere per mezz’ora a 160° e fare raffreddare.

CROSTINI AI FUNGHI

Visto il clima di questi giorni, mi sono cimentata in una ricetta tipicamente autunnale. La ricetta originale è di Giallo Zafferano, ma, come al solito, ho approntato qualche piccola variazione: invece delle noci, ho usato mandorle, prezzemolo ed il brandy l’ho utilizzato per sfumare i funghi e non “a freddo” nella preparazione del patè. Risultato ? Vista la velocità con la quale sono stata finiti i crostini, direi… positivo !

CROSTINI AI FUNGHI

Ingredienti:
300 gr di funghi misti (io ho usato quelli surgelati 🙂 )
125 gr di burro
50 gr di mandorle spellate
1 scalogno
due cucchiai di brandy
1 uovo sodo
prezzemolo qb
sale e pepe qb
1 baguette

Preparazione:

Tritare finemente lo scalogno e metterlo ad imbiondire in circa 60 gr di burro. Una volta diventanto biondo, aggiungere i funghi. Far cuocere a fiamma moderata per circa una decina di minuti, facendo asciugare quanta più acqua possibile. Sfumare il tutto con il brandy e far evaporare l’alcol. Salare e pepare e proseguire nella cottura per ancora una decina di minuti. Prima di spegnere il fornello, aggiungere una manciata abbondante di prezzemolo tritato finemente.
Mettere i funghi (devono essere abbastanza asciutti), in una ciotola a raffreddare. A parte, tritare in un mixer le mandorle: devono risultare abbastanza fini. Una volta raffreddati i funghi, metterli insieme al restante burro, alle mandorle tritate e all’uovo sodo, nel mixer e miscelare per bene, sino ad ottenere un patè. Mettere il composto ottenuto in frigorifero per circa un’ora. Prendere la baguette, tagliarla a fette dello spessore di mezzo centimetro e porle su una placca ricoperta da carta forno: infornare a 180° sino a doratura e sino a che saranno diventate croccanti. Toglierle dal forno e far raffreddare i crostini così ottenuti. Spalmarli con il patè ai funghi poco prima di servirli.