Crostatine ai fichi e noci senza glutine

Inizia il periodo dei fichi. Io ne utilizzati alcuni per preparare una golosa confettura, di cui presto pubblicherò la ricetta, altri per realizzare quest golose crostatine, ottimo dolce per merenda, colazione, o quando volete voi. Non è complicata, dovete solo attendere il tempo di preparazione e raffreddamento della composta, ed il gioco è fatto !

 
CROSTATINE AI FICHI E NOCI SENZA GLUTINE
crostatine fichi e noci senza glutine
Ingredienti (per circa 6 crostatine)

Per la frolla:
250 gr farina per dolci senza glutine *
100 gr zucchero
100 gr burro
2 uova
i semi di mezza bacca di vaniglia
farina di riso senza glutine qb *

Per la composta ai fichi:
300 gr fichi
100 gr zucchero di canna
1 mela
succo di mezzo limone

noci qb

Preparazione: per le crostatine ai fichi e noci senza glutine, iniziare a preparare la frolla. In una ciotola ampia inserire la farina, lo zucchero, il burro, le uova e la vaniglia, ed impastare il tutto per bene con le mani. Non lavorare troppo a lungo l’impasto altrimenti il burro si scioglierà troppo. Dopo aver amalgamato per bene tutti gli ingredienti ed aver ottenuto un impasto liscio, dargli una forma rettangolare e avvolgerlo nella pellicola alimentare. Mettere in frigorifero per almeno 30 minuti, prima di utilizzarlo.
Per la composta: pulire e sbucciare i fichi, tagliarli a pezzi e metterli in una pentola dai bordi alti con lo zucchero di canna e la mela grattugiata finemente. Portare ad ebollizione, quindi aggiungervi il succo di limone. Abbassare la fiamma e far cuocere per 45 minuti. Far raffreddare per bene.
Assemblaggio delle crostatine ai fichi e noci senza glutine: stendere la frolla con un mattarello, spolverizzando il piano di lavoro con farina di riso. Stenderla ad uno spessore di circa 4 mm. Foderare con la frolla gli stampini per crostatina (se di alluminio, precedentemente imburrati e spolverizzati di farina di riso), , bucherellare il fondo della stessa con i rebbi di una forchetta. Versare la composta di fichi nella crostata, e spezzare a mano alcuni gherigli di noce sulla superficie. Infornare a forno statico per 20 minuti a 180° o sino a doratura.  Una volta cotte, fatele raffreddare per bene prima di estrarre le crostatine ai fichi e noci senza glutine dagli stampini.

* verificare che ci si la dicitura “senza glutine”, che ci sia il marchio Spiga Barrata o sia presente nel Prontuario Aic.

Bisciola

Panettone o pandoro ? Questo, per molti, il dilemma. Io amo il panettone, e non c’è storia…
Per gli indecisi, o comunque per i golosi in genere, propongo la bisciola, noto anche come  “panettone” della Valtellina. Davvero molto buono e goloso, se vi piace la frutta secca !
La ricetta base è tratta dal bellissimo libro “Dolci da forno – Scuola di cucina Slow Food”, editrice Giunti. Come sempre, ho cambiato qualcosina: in questo caso la quantità della frutta utilizzata ed ho aumentato i tempi di lievitazione, ottenendo un prodotto leggero e digeribile.  Davvero da provare.

Bisciola

BISCIOLA

Ingredienti:

200 gr farina 00
50 gr zucchero
6 gr lievito di birra fresco
2 tuorli
8 gr burro fuso
80 gr noci sgusciate
100 gr uvetta sultanina
150 gr fichi secchi

Per la lucidatura:
1 uovo
sciroppo di zucchero (50 ml acqua e 70 gr di zucchero fatti bollire)

Preparazione:

Iniziare con la cosiddetta “biga”. Mescolare 60 gr (dei 200) di farina, il lievito ed un pochino di acqua tiepida, creando una pastella, Far lievitare per almeno 15 minuti. Trascorso queso tempo, impastare la biga con il resto della farina, il burro fuso, lo zucchero ed i due tuorli d’uovo- Impastare sino ad ottenere un composto liscio. Far lievitare in ambiente tiepido per una ventina di minuti. A questo punto, aggiungere la frutta secca: le noci leggermente tritate, così come i fichi secchi e l’uvetta (quest’ultima precedentemente ammollata e asciugata). Inglobare tutto per bene e porre nuovamente a lievitare. Io l’ho lasciata per due ore. A questo punto l’ho messa su una placca rivestita di carta forno, l’ho spennellata con l’uovo sbattuto ed ho infornato a  180° per circa un’ora /un’ora e 10 minuti. Una volta tolta dal forno, spennellarla ancora calda con lo sciroppo di zucchero.

E… BUON NATALE !

Castagnaccio

Un classico di stagione, anche se dal clima di questi giorni non sembrerebbe essere autunno: il castagnaccio. Da tempo non lo facevo, ma avendo in casa la farina di castagne, la prima idea è stata proprio quella di prepararlo. Questa la mia versione: non ho aggiunto il rosmarino, che si uttilizza abitualmente, perchè in questa preparazione proprio non mi piace.  E a voi ? Come piace il castagnaccio ?

CASTAGNACCIO
castagnaccioIngredienti:
400 gr di farina di castagne Molino Rossetto
600 ml di acqua
5 cucchiai olio d’oliva
un pizzico di sale
una manciata di gherigli di noce
una manciata di uvetta sultanina

Preparazione:

Miscelare la farina di castagne con poca acqua, aggiungendone mano a mano, sino ad ottenere una pastella liscia. Aggiungere l’olio ed il sale, mescolando sino ad amalgamare.
Versare il composto in una teglia unta con olio. Sulla superficie mettere le noci e l’uvetta, quest’ultima precedentemente ammollata in acqua e asciugata.
Infornare a 180° per 30/35 minuti in modalità forno statico.

PANFORTE

Rieccomi ! Come promesso, in questo periodo cerco di pubblicare alcune ricette
per Natale, compatibilmente con il tempo a disposizione. Questa è la volta del
panforte, altro dolce che apprezzo molto volentieri. La ricetta è quella pubblicata sul libro
“Biscotti di Natale” di Barbara Torresan, alla quale, ho aggiunto solo alcuni chiodi di garofano sminuzzati, per esaltare ulteriormente il sapore speziato. Si tratta di una ricetta veloce e semplice da realizzare.

PANFORTE

Ingredienti:
150 gr di farina 00
120 gr gherigli di noce pelati
120 gr mandorle pelate
200 gr canditi misti (io ho usato arancia e cedro)
cannella e noce moscata a piacere
6 chiodi di garofano sminuzzati
150 gr zucchero a velo
150 gr miele
50 gr zucchero a velo vanigliato
ostie (io non le ho trovate ed ho fatto senza)

Preparazione: Far asciugare per 5 minuti a 180 gradi in forno le mandorle e le noci. Poi, farle raffreddare velocemente e tagliarle grossolanamente. In una terrina mettere la frutta secca, i canditi, le spezie e la farina (tranne due cucchiai di questa). Mescolare bene il tutto.
In una pentola mettere il miele e lo zucchero a velo normale con un ucchiaio di acqua: portare a cottura, sino a che non diventi trasparente e con le bolle. Versare quindi il composto ottenuto nella terrina con i canditi, la frutta secca e la farina e mescolare bene. Se serve, utilizzare anche le mani ed impastare per bene il tutto. A questo punto, se avete trovato le ostie, foderate una teglia e poi versatevi il composto. Io ho usato della normale carta forno.
Livellare bene il tutto.

Spolverizzare la superficie con lo zucchero vanigliato e la poca farina tenuta da parte. Far cuocere per mezz’ora a 160° e fare raffreddare.