Creme di Natale

Oggi vi propongo cinque facili idee per rendere ancora più goloso il panettone o il pandoro
Sulla tavola di Natale non possono mancare il panettone e/o il pandoro. Per renderlo ancora più goloso però, si può ricorrere ad alcune creme facili da realizzare e che possono soddisfare tutti, che si possono preparare con largo anticipo. Ecco i miei consigli per le creme di Natale.panettone

Crema al cioccolato e nocciola: è sufficiente prendere 250 gr di mascarpone e mescolarlo con due cucchiai abbondanti di crema spalmabile al cacao e nocciola. Se notate la crema troppo dura, aggiungete un cucciaio di latte e stemperate il tutto, sino ad ottenere l consistenza desiderata. Se volete rendere ancora più goloso il vostro panettone, potte aggiungervi, a piacere, anche una manciata di granella di nocciole

Crema allo yogurt e arancia: mettere il contenuto di una confezione di yogurt greco bianco in una ciotola, aggiungervi un cucchiaio di zucchero a velo (non vaniglinato) e mescolare per bene. Aggiungervi quindi tre cucchiai di succo di un’arancia bio e un cucchiaino di zeste di arancia grattugiate.

Crema al mascarpone e rhum: in una ciotola a bagnomaria mescolare con una frusta un uovo intero e un cucchiaio abbondante di zucchero. Continuare a frustare con la pentola del bagnomaria a fiamma bassa per almeno dieci minuti, senza stracciare l’uovo. Aggiungervi due cucchiai di rhum, continuando a mescolare. Infine, fuori dal fuoco, mescolare con 250 gr di mascarpone.

Crema al limone: mettere a scaldare (senza far bollire) 350 ml di latte, con la buccia di mezzo limone. Una volta ben caldo, filtrare. In una ciotola a parte, mescolare 2 cucchiai di amido di mais, con un uovo, e due cucchiai di zucchero. Aggiungervi il succo di mezzo limone. Infine, aggiungere il latte e riportare a bollore. Potete decorare le fette di panettone con la crema al limone e qualche chicco di melograno.

Crema ai lamponi: ancora più semplice da fare. Montare 250 ml di panna fresca con un cucchiaio abbondante di zucchero a velo. A parte, far cuocere i lamponi con un una spolverata di zucchero semolato e poche gocce di zucchero. Una volta cotti, frullarli e setacciare. Mescolare delicatamente la salsa ottenuta alla panna montata.

E le creme di Natale sono pronte per essere messe in tavola. Avete già scelto la vostra preferita ?

Panettone, torrone e cioccolato

panettoneGolosi di panettone, non potete mancare alla quarta edizione di “Una mole di panettoni”, in programma a Torino. All’Hotel Principi di Piemonte, sono proposti eventi didattici e conferenze sulla cultura del cibo, incontri e degustazioni a tema. Ci sarà inoltre la possibilità di acquistare panettoni  artigianali al prezzo speciale di 20 euro al Kg.

Prosegue sino al 29 novembre prossimo, sempre a Torino, l’edizione 2015 di Cioccola-tò. Previsti incontri con esperti, laboratori e degustazioni di cioccolato. Oggi, domnica 22 novembre, è in programma, fra le altre cose, la Disfida dl Bonèt, organizzata da Slow Food Piemonte-Valle d’Aosta. Professionisti e amatori si sfidano nel dare la propria interpretazione del famoso dolce piemontese al cacao. Info: http://www.cioccola-to.it/2015/

A Cremona, sempre sino al 29 novembre, si svolge la tradizionale “Festa del Torrone”: la città del Torrazzo, proporrà oltre 250 eventi, musica, spettacoli, ospiti. Il Torrone d’oro sarà consegnato ad Enzo Iachetti. Presenti anche i maestri pasticceri Maurizio Santin, Davide Comaschi, Fabrizio Galla e Alessandro Servida. www.festadeltorronecremona.it/2015/

Panettone protagonista a Milano

Panetton protagonista a Milano questo fine settimana. No, non sto sbagliando ! So bene che per molti il panettone è tipico del periodo natalizio. Non la pensa così, invece,  il Gastronauta Davide Paolini, che da qualche anno ha lanciato una vera e propria campagna per il “Panettone tutto l’anno”, per fare consumare questo dolce non solo a cavallo fra dicembre e gennaio, ma anche per tutti gli altri mesi dell’anno. panettone

Nella sede dl quotidiano Il Sole 24 Ore in via Monte Rosa, i migliori artisti dell’arte pasticcera specializzati in questo dolce (che adoro, ma che ora dovrò abbandonare nella sua veste tradizionale, visto che non posso consumare glutine, ahimè), proporranno degustazioni, laboratori e vendite. Previsti anche incontri con gli stessi chef.

Domani pomeriggio, sabato 27 giugno, fra le molte cose in programma, ci sarà la creazione di un panettone con stampante in 3d, un incontro sulla piramide del grano “Dal chicco alla farina”, laboratorio per bambini, la ricetta per far il panettone casalingo con la pasta madre. Domenica, invece  ci saranno ancora laboratori, l’incontro “Panettone naturalmente a colori”, la diretta della trasmissione Il Gastronauta di Radio 24…
Il panettone, inoltre, sarà declinato in varie forme, dal dolce al salato.

Ingresso libero e gratuito previa registrazione alla mail: [email protected]

La notte dei maestri del lievito madre

S’intitola “La notte dei maestri del lievito madre”, l’evento in programma questa sera, lunedì 4 agosto, a Salsomaggiore Terme, che vedrà quale protagonista assoluto il panettone. E’ questa infatti, una delle numerose tappe del progetto di “destagionalizzazione” del tipico dolce milanese promosso dal giornalista “gastronauta” Davide Paolini.  Questa sera una ventina di pasticceri provenienti da tutta italia, proporrano in piazza Berzieri a Salsomaggiore Terme, i propri prodotti. La manifestazione è stata fortemente voluta da Claudio Gatti, della Pasticceria Tabiano:  ha il patrocinio del Comune, ed è realizzata in collaborazione con la locale Pro Loco.
Prevista la presenza dei panettoni di Dolciarte, Avellino;  La boutique del dolce, Cologno Monzese (Mi); Pasticceria Alfieri, Correggio (Re);  Pasticceria Avidano, Chieri (To); Pasticceria Bacilieri, Marchirolo (Va); Pasticceria Giotto del Carcere di Padova, Padova; Pasticceria Fabbri,  Bologna; Pasticceria Il Giamberlano, Pavullo nel Frignano (Mo); Pasticceria Il giardino di Ginevra – Casapulla (Ce); Pasticceria Merlo, Pioltello (Mi);  Pasticceria Nuovo Mondo, Prato; Pasticceria Pepe, Sant’Egidio del Monte Albino (Sa); Pasticceria Quagliotti, Fornovo di Taro (Pr);  Pasticceria Ristorante Val Pomaro, Arquà Petrarca (Pd); Pasticceria Sartori, Erba (Co);  Pasticceria Servi, Roma; Pasticceria Tabiano, Tabiano Terme (Pr);  Pasticceria Tiri, Acerenza (Pz);  Pasticceria Tosi, Salsomaggiore Terme (Pr); Saporè, San Martino Buon Albergo (Vr).