Patate pasticciate

Annoiati dai soliti contorni ? Questa volta vi propongo un’idea di base che poi potrete “ingolosire” a vostro piacimento. La ricetta è quella che ho chiamato “Le patate pasticciate”, e capirete poi il motivo. E’  facile, anche se non di velocissima esecuzione: vi sottolineo però che ne vale davvero al pena. Pronti a preparare le patate pasticciate ?

PATATE PASTICCIATE

patate pasticciateIngredienti:
450 gr di patate
2 uova
200 ml latte
parmigiano grattugiato 1b
sale e pepe qb
olio evo qb

Preparazione: sbucciare le patate e tagliarle a fette spesse 3 o 4 mm, mi raccomando non di più.
Metterle in una pentola con abbondante acqua, e portare ad ebollizione: dal momento in cui bollono, calcolare 10 minuti e scolarle. Prendere una pirofila, oliare il fondo e le pareti con olio evo. Disporre le patate a strati. In una ciotola sbattere le uova con sale e pepe, agigungervi il latte. Coprire le patate con questo liquido e spolverizzare la superifice con parmigiano grattuigiato a piacere. Infornare a 180° per almeno 20 minuti.  E le patate pasticciate sono pronte. Se volete “ingolosirle”, potete aggiungervi della pancetta saltata in padella, formaggio a piacere (mozzarella, provola, gorgonzola…). Insomma, date libero sfogo alla fantasia. Ma vi assicuro che anche così, “lisce” sono davvero molto gustose.

“Pesto senza…pasta”

Una ricetta gustosa: un piatto ottimo tiepido ma anche freddo, saporito, profumato.
Un “gioco” di ingredienti classici della tradizione ligure, ai quali ho tolto qualcosa…
Vi presento il mio…

“PESTO senza…PASTA”

pesto senza pastaIngredienti:
5 patate medie
200 gr fagiolini
4 cucchiai di pesto fresco (io senza aglio)
parmigiano qb
pangrattato qb
olio evo qb

Preparazione: sbucciare le patate e farle bollire sino a cottura ultimata. Pulire i fagiolini e sbollentarli in una pentola a parte. Una volta cotte le patate, sciacciarle con l’attrezzo apposito, come per preparare una purea. Scolare anche i fagiolini e metterli a raffreddare, così come le patate schiacciate. Una volta freddi gli ingredienti, aggiungere il pesto alle patate, mescolando per bene, infine incorporare delicatamente i fagiolini tagliati grossolanamente. Disporre il composto ottenuto in una teglia imburrata e spolverizzata di pangrattato. Livellare per bene. Sulla superficie mettere poco parmigiano e pangrattato, un filo d’olio evo,  per far in modo che in cottura si crei una bella crosticina. Infornare a 180° per almeno 30 minuti (forno statico). Un “pesto senza pasta” davvero delizioso, come antipasto.

Risotto alla salvia

Un primo facilissimo, delicato e profumato alla salvia. Per chi ha poco empo, ma anche per chi vuole qualcosa di semplice ma allo stesso tempo gustoso. Oggi vi propongo il

RISOTTO ALLA SALVIA

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di riso Carnaroli
un cucchiaino di cipolla fresca tritata
una dozzina di foglie di salvia
1 litro di brodo vegetale (preparato con una carota, mezza cipolla ed un gambo di sedano)
olio evo qb
20 gr di parmigiano grattugiato
risotto alla salviaPreparazione: in una casseruola mettere un cucchiaio di olio evo e la cipolla. A fiamma dolce, far diventare la cipolla trasparente. Aggiungere il riso e tostarlo per qualche minuto. Bagnare con il brodo e procedere nella preparazione come un normale risotto. A cottura quasi ultimata, aggiungere quattro o cinque foglie di salvia sminuzzata. Mescolare. Portare ad ultimazione la cottura. Una volta tolta la casseruola dal fuoco, aggiungere il resto della salvia sminuzzata, il parmigiano ed un alro cucchiaio d’olio. Mescolare bene, mantecando il tutto.

Pasta al pesto di nocciole

Un piatto sano, facile e veloce. Pensavate di usare le nocciole solo per fare i dolci o per panare la carne ? Invece, si possono usare anche per creare una sorta di pesto, molto simile alla salsa di noci.  Questa la mia proposta.

pasta al pesto di nocciolePASTA AL PESTO DI NOCCIOLE
Ingredienti per 4 persone:
300 gr di pasta (formato che preferite, basta che sia corta)
4 fette pancarrè
100 gr nocciole tostate
30 gr parmigiano grattugiato
latte qb
olio qb
sale qb

Preparazione: mettere in cottura la pasta. Nel frattempo, prendere il pancarrè  bagnarlo con poco latte, sino a che non si sia ammorbidito. Mescolare bne per ottenere una sorta di cremina di pane e latte. Versare il tutto in un contenitore alto, aggiungere le nocciole, il parmigiano, un pizzico di sale e due abbondanti cucchiai di olio. Frullare per bene con un frullatore ad immersione, sino ad ottenere una crema omogenea e senza grumi. Una volta cotta la pasta, conservare un po’ dell’acqua di cottura. Utilizzarne alcuni cucchiai per stemperare il pesto di nocciole. Condire la pasta e servire subito.