“Pesto senza…pasta”

Una ricetta gustosa: un piatto ottimo tiepido ma anche freddo, saporito, profumato.
Un “gioco” di ingredienti classici della tradizione ligure, ai quali ho tolto qualcosa…
Vi presento il mio…

“PESTO senza…PASTA”

pesto senza pastaIngredienti:
5 patate medie
200 gr fagiolini
4 cucchiai di pesto fresco (io senza aglio)
parmigiano qb
pangrattato qb
olio evo qb

Preparazione: sbucciare le patate e farle bollire sino a cottura ultimata. Pulire i fagiolini e sbollentarli in una pentola a parte. Una volta cotte le patate, sciacciarle con l’attrezzo apposito, come per preparare una purea. Scolare anche i fagiolini e metterli a raffreddare, così come le patate schiacciate. Una volta freddi gli ingredienti, aggiungere il pesto alle patate, mescolando per bene, infine incorporare delicatamente i fagiolini tagliati grossolanamente. Disporre il composto ottenuto in una teglia imburrata e spolverizzata di pangrattato. Livellare per bene. Sulla superficie mettere poco parmigiano e pangrattato, un filo d’olio evo,  per far in modo che in cottura si crei una bella crosticina. Infornare a 180° per almeno 30 minuti (forno statico). Un “pesto senza pasta” davvero delizioso, come antipasto.

Focaccia con patate e rosmarino

Oggi vi propongo un classico, davvero facile e gustoso: la focaccia di patate e rosmarino.
Sentirete il profumo che si sprigionerà nella vostra cucina quando sarà in forno…

FOCACCIA con PATATE  ROSMARINO
focaccia con patate e rosmarino copiaIngredienti

Per l’impasto:
300 gr farina
un pizzico zucchero
due pizzichi sale fino
7 g lievito di birra fresco
2 cucchiai olio evo
acqua qb

 

Per la focaccia:
2 patate di media dimensione già lessate e raffreddate
un rametto di rosmarino
parmigiano reggiano grattugiato qb
olio evo qb

Preparazione:
In una terrina mettere la farina e l’olio. In un bicchiere d’acqua tiepida sciogliere il lievito con un pizzico di zucchero. Versare sulla farina e mescolare. Regolarsi per la quantità d’acqua: si deve ottenere un impasto non molle ma neppure troppo compatto, e facilmente impastabile a mano. Impastare per cinque minuti ed aggiungere il sale. Continuare ad impastare e far lievitare il tutto pr almeno 5 ore. L’utilizzo di poco lievito ed una lunga lievitazione renderanno la focaccia più digeribile.

Una volta trascorso il tempo di lievitazione, stendere l’impasto in una teglia ricoperta di carta forno. Tagliare in fette spesse 3/4 mm circa le patate e coprire la superficie della focaccia. Aggiungere aghi di rosmarino a piacere (non esagerare però, prchè altrimenti potrebbe lasciare un sapore amaro), e spolverizzare con abbondante parmigiano ed un filo di olio evo.
In forno preriscaldato a 180° per una ventina di minuti. Servire tiepida o fredda.

Torta salata di merluzzo

Come sapete, o come avrete immaginato, visti i miei numerosissimi post di ricette, sono appassionaa di dolci. Mi piace studiarli, prepararli. A volte i risultati sono lusinghieri, altre volte su talune “invenzioni” bisogna lavorare ancora, ma è sempre un piacere.
Questa volta ho deciso di proporvi una torta sì, ma salata. Qualcuno dirà “Finalmente !”….
Non ho la foto perchè mi sono scordata di scattarla, ma vi garantisco che è davvero buonissima !  Io ho utilizzato merluzzo fresco: se vi è più comodo, potete anche utilizzare quello surgelato.

merluzzo
TORTA SALATA DI MERLUZZO

Ingredienti:
un rotolo di pasa brisée
300 gr di merluzzo fresco
50 gr olive taggiasche
250 ml latte
2 patate
olio evo qb
timo qb
mezza cipolla bionda.

Preparazione: se utilizzate il merluzzo fresco, togliete la pelle e tagliatelo a dadoni. Poi, tagliare sottilmente la cipolla, e farla imbiondire a fuoco basso con un filo d’olio. Aggiungere il merluzzo e far cuocere per circa 15 minuti, sempre a fiamma bassa.  Trascorso qusto tempo, pelare le patate, tagliarle a cubetti, ed aggiungerle al merluzzo. Poco dopo versare il latte, regolare di sale e pepe e far cuocere, sempre dolcemente per almeno un altro quarto d’ora.  Infine, aggiungere le olive e due rametti di timo fresco (va bene anche quello secco). Mescolare per bene, togliere dal fuoco e far raffreddare completamente. Rivestire quindi una teglia con la pasta brisée, versarvi il composto a base di merluzzo, livellare per bene ed infornare a 170° per  35/40 minuti. Servire tiepida. Può essere utilizzata come antipasto o come piatto unico.

Zuppa di cavolo nero (a modo mio)

Non tutti conoscono il cavolo nero, ed i più lo avranno sentito nominare per la sua presenza in alcuni piatti toscani, su tutti la ribollita. Ma il cavolo nero, che in questa stagione si trova facilmente al supermercato anche da coltivazioni biologiche, è una fonte importantissima di antiossidanti, vitamine e sali minerali.CAVOLO-NERO
In questo periodo lo sto usando spesso. Fuori fa freddo, c’è nebbia. Cosa c’è di meglio di un cibo che possa coccolarci e scaldarci ?
Vi propongo una deliziosa zuppa di cavolo nero, a modo mio…

 

ZUPPA di cavolo nero (a modo mio)

Ingredienti:
3 patate
3 carote
200 gr di foglie di cavolo nero
200 gr di fagioli cannellini cotti in precedenza
due cucchiai di cipolla tritata finemente
acqua qb
sale qb
olio evo qb

Preparazione:
Pulire le verdure. Tagliare a tocchetti patate e carote, e fare a pezzi le foglie di cavolo nero.
Mettere in una casseruola un filo di olio evo, cipolla, patate e carote. Far saltare per qualche minuto. Aggiungere quindi i fagioli cannellini. Coprire le verdure a filo con l’acqua. Far cuocere per circa 10 minuti e quindi aggiungere il cavolo nero. Coprire la casseruola con il coperchio e far cuocere a fuoco dolce per circa 45 minuti, e la zuppa di cavolo nero è pronta. E’ un piatto unico davvero gustoso. Un vero “comfort food” per le fredde serate invernali.