Golosi fine settimana

Se siete ancora in ferie, o comunque volete passare golosi fine settimana all’insegna della golosità, torno a segnalarvi alcuni eventi in programma in questi giorni e prossimamente.

– A Baveno, sul Lago Maggiore, da domani, venerdì 19 agosto, prende il via l’edizione 2016 di “Sapori di lago”. L’iniziativa, alla sua undicesima edizione, organizzata dall’Associazione Cuochi Alto e Basso Novarese e Vco, propone specialità con i pesci dei laghi ed una rassegna di ricette tradizionali.  La manifestazione si svolge il 19, 20 e 21 e 26, 27 e 38 agosto

Teglio Il prossimo 3 settembre a Teglio, in Valtellina, prende il via una strepitosa rassegna che per ben dodici fine settimana, metterà in vetrina la cucina locale, dal titolo “Pizzocchero d’Oro e Sapori d’Autunno”.  Ben undici ristoranti della zona, oltre ai tradizionali pizzoccheri realizzati secondo l’originale e codificata ricetta dell’Accademia del Pizzocchero di Teglio, proporranno piatti della tradizione in versione sfiziosa. Nei menù, infati si troveranno gli sciatt, salumi locali, polenta taragna, manfrigole di grano saraceno, selvaggina, funghi, formaggi quali Bitto e Casera,  bisciola. Ad innaffiare il tutto i vini docg locali: Valgella, Infrno, Sassella, Grumelloo, Maroggia e Sforzato. Ulteriori info su www.saporidautunnoteglio.it

Branzino al cartoccio con limone e timo

Arriva l’estate e a tavola è bene restare un pochino più leggeri. Oggi, vi propongo un piatto davvero leggerissimo, di facilissima esecuzione che, allo stesso tempo vi sorprenderà per i sapori. Non amo moltissimo il pesce, ma preparato semplicemente lo apprezzo di più. Così ho preparato questo branzino al cartoccio con limone e timo. Pochissimi ingredienti per un piatto che, sono sicura, fatto una volta, preparerete spesso.

BRANZINO AL CARTOCCIO CON LIMONE E TIMO

Ingredienti per 4 persone:
4 filetti di branzino
2 limoni non trattati
timo fresco qb
sale qb
olio evo qb
branzino al cartoccio con limone e timo
Preparazione: sciacquare i filetti di branzino ed asciugarli nella carta da cucina.
Prendere la carta da forno e tagliare un rettangolo grande circa tre volte il filetto di branzino che andrete ad utilizzare. Collocare il filetto nel centro della carta forno. Tagliare i limoni a fettine sottili. Mettere del timo sul branzino e coprire la superficie con le fettine di limone. Aggiungere altro timo a piacere. Versarvi una goccia di olio evo e proprio un pizzico di sale. Chiudere il cartoccio in questo modo: piegare i lati inferiore e supriore verso l’interno sino alle estremità del filetto in senso orizzontale e quindi piegare in tre lungo il lato più corto della carta forno. E’ più facile a farsi che a dirsi. Dovrete ottenere un bel pacchettino sigillato su tutti i lati, in modo tale che in cottura non ci siano fuoriuscite di sughi.  Io ho chiuso il tutto con spago da cucina, ma se volete potete ometterlo. Far cuocere in forno statico per circa 20 minuti a 170°. Servire ancora chiuso, in modo che ciascun commensale apra il proprio pacchetto regalo. Ed il branzino al cartoccio con limone e timo è pronto per voi e per i vostri ospiti.

Questo è come deve apparire il cartoccio

005

Il carrello della spesa sempre più “tagliato”: indagine Coldiretti

I consumi alimentari degli italiani hanno fatto un passo indietro ai livelli minimi toccati all’inizio degli anni ’80. Complice la crisi, anche i carrelli della spesa hanno subito forti tagli nella loro composizione: è quanto afferma la Coldiretti. Quella alimentare, risulta infatti essere la seconda voce presente in un bilancio familiare, dopo le spese per la gestione della casa. fruits-au-supermarch-3-753602-m
Ecco che secondo le rilevazioni dello scorso anno, risulta una riduzione nell’acquisto di pesce (-20%), di pasta (-9%), di latte (-8%), frutta e verdura (-3%) e carne (-2%). L’unica voce positiva, con aumento del 2% è quella riguardante le uova.  Aumenta il fai-da-te anche in cucina: si spiega così, infatti l’aumento dell’acquisto di farina (+7%), miele (+12%) e preparati per dolci in genere (+6%). Aumenta anche chi predilige fare la spesa nei discount. Complessivamente la spesa alimentare delle famiglie italiane lo scorso anno, ha visto un taglio di oltre 15 miliardi rispetto al 2007.