Settimana della Celiachia

Oggi vi parlo di un’iniziativa che mi sta molto a cuore: la terza edizione della “Settimana Nazionale della Celiachia”. Da sabato 13 a domenica 21 maggio, sono infatti in programma numerose iniziative per informare e sensibilizzare il pubblico su questa patologia. In Italia le persone diagnosticate sono 190.000 ma sarebbero almeno 600.000 quelle interessate. L’edizione di quest’anno è promossa come sempre dall’Associazione Nazionale Celiachia, con il patrocinio dell’Associazione Nazionale Dietisti. Il tema prescelto è quello della nutrizione e dell’educazione alimentare, per far comprendere, ancora una volta che per i celiaci mangiare senze glutine non è una scelta o qualcosa dovuto ad una moda, ma l’unica terapia possibile salvavita. Un concetto, questo, ancora difficile da far “passare”, visto che in molti tendono  confondere chi è realmente celiaco e ha come unica cura salvavita questo tipo di alimentazione, e chi, invece, dall’oggi al domani decide di eliminare il glutine senza motivo.

Nel nostro paese, invece, oltre 6 milioni di persone seguono la dieta senza glutine in maniera ingiustificata, spendendo 100 milioni di euro in prodotti di cui potrebbero tranquillamente fare a meno. Questo perchè, a torto, pensano che mangiare senza glutine consenta di dimagrire o di trarne benefici. Sono proprietà legate al senza glutine in maniera errata. Recenti studi infatti hanno dimostrato che chi non è celiaco e mangia senza glutine non riduce affatto il rischio cardiovascolare, oltre a non dimagrire.
La “Settimana Nazionale della Celiachia” serve anche ad informare sull regole per una corretta almentazione. In tutte le regioni sono previsti, come detto, eventi di vario genere. Il programma completo e tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.settimanadellaceliachia.it