Slow Food lancia la campagna solidale #unfuturoperamatrice

Amatriciana - Foto dal web

Amatriciana – Foto dal web

Una campagna solidale per aiutare le popolazioni terremotate del centro Italia: l’idea è di Carlo Petrini, presidente di Slow Food. L’iniziativa prevede il coinvolgimento dei ristoratori di tutto il mondo che, per un anno, sono invitati ad inserire nel proprio menù la pasta all’amatriciana.
Per ciascun piatto effettivamente ordinato e consumato, saranno così devoluti due euro: uno da parte del ristoratore, l’altro dal cliente. Tutti i fondi saranno poi versati al Comune di Amatrice, devastato, insieme ad altri, dalla tremenda scossa sismica di mercoledì notte. Slow Food ha inoltre lanciato l’hashtag #unfuturoperamatrice, per far conoscere ancora di più questa iniziativa. Già numerosi, in Italia ed all’estero, le adesioni a questa iniziativa solidale.

Un francobollo per Slow Food

 

Foto tratta dal sito di Slow Food

Foto tratta dal sito di Slow Food

Un francobollo speciale per un compleanno speciale: Il Ministero dello Sviluppo Economico infatti dedica una speciale emissione in occasione del trentesimo anniversario della fondazione di Slow Food. Si tratta di un francobollo ordinario facente parte della serie “Le Eccellenza del sistema produttivo ed economico”.
Per l’occasione a Bra, sede di Slow Food, il 26 luglio, giorno del compleanno dell’Associazione, i sarà un annullo speciale.
Il francobollo, nato grazie anche al contributo dei soci Slow Food, rappresenta il simbolo dell’Associazione, ovverosia la chiocciola rossa. La vignetta riporta anche le date 1986-2016, ed ha un valore di 95 centesimi.  Stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, avrà una tiratura di ottocntomila esemplari.

Campionato del mondo di pesto e Slow Food Day

Come faccio spesso, vi segnalo alcuni eventi del wek-end: questa volta parliamo del Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio, in programma a Genova e dello Slow Food Day, che coinvolgerà oltre 300 località in tutta Italia.

  • Sono cento, provenienti da ogni parte del mondo, i concorrenti che domani, sabato 16 aprile, si affronteranno nel Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio. pestoL’iniziativa, organizzata dall’Associazione Culturale dei Palatifini, si svolgerà  Palzzo Ducale. Fra gli stranieri in gara si segnalano un concorrente norvegese, uno dalla Nuova Zelanda, dalle Hawaii, dal Giappone e dal Togo. L’organizzazione fornirà a  tutti i partecipanti il necessario per preparare il pesto: fra i cento concorrenti, la giuria, composta da gastronomi ed esprti, sceglierà i migliori dieci che si affronteranno nella finalissima. Lo scorso anno la vittoria andò ad una signora genovese di 86 anni. Info su www.pestochampionship.it
  • Sesta edizione, domani, sabato 16 aprile, dello Slow Food Day. Lo slogan di quest’anno, che coincide con il trentesimo anniversario di Slow Food è “Voler bene alla Terra”. Sono oltre trecento le piazze coinvolte, in vario modo, nell’iniziativa: tutte le condotte Slow Food forniranno al pubblico informazioni ed offrire momenti divulgativi, oltre a far conoscere i vari progetti riguardanti i Presidi Slow Food, l’Arca del Gusto, Orti scolastici, Orti in Africa ed altro ancora, tutto all’insegna della promozione dell’alimentazione naturale.
    Per conoscere nel dettaglio le località e le manifestazioni in programma, visitare il sito http://www.slowfood.it/slowfoodday/

Dolci da forno

Quante volte avete deciso di fare un bel dolce, ma il risultato non è stato come ve lo immginavate ? Succede, ma nessun problema. Il libro che vi presento oggi è una vera e propria scuola, con foto dettagliate e passaggi spiegati molto bene, per risultati perfetti.

DOLCI DA FORNO – Scuola di cucina – Slow Food

Non ci sono solo ricette, però. Il libro, infatti, si apre con una serie di consigli su quali prodotti acquistare per ottenere risultati ottimali: dalla farina, alle uova, dal burro agli zuccheri. E poi, cosa manca ? Le attrezzature, ovviamente.
Le ricette, inoltre sono suddivise a seconda delle caratteristiche principali dei dolci da realizzare: i tipi di impasto, lievitati, farine di diverso tipo (anche senza glutine), ecc…
Dolci da fornoLa scuola si apre con i dolci a base di frolla (crostata frangipane, di frutta fresca; di amaretti, cioccolato  alchermes);   con la sfoglia (sfogliata alla crema, strudel…); pan di spagna (rotolo di cioccolato con panna e torrone, tota di pan di spagna con ricotta). Si passa poi ai dolci lievitati (torta di arance,  focaccia dolce della nonna, pandolce genovese e altri);  a quelli realizzati con il pane raffermo, ai pani dolci, a quelli per la prima colazione. La sezione riservata alle ricette vere e proprie è, invece, un vero e proprio trionfo di golosità. Dalla torta gianduia  a quella con pesche ed amaretti, alla Elvezia, alla tora greca, panettone, bisciola, torta tenerina, torta delle rose, alla spongata, buccellato, crostata alla crema con nocciole e tantissime altre ancora. Vi siete ingolositi almeno un pochino ? Il prossimo appuntamento con “Letture golose” torna fra quindici giorni.

Scheda
“Dolci da Forno” – Scuola di cucina
Ed. Giunti-Slow Food Editore