Zucchero aromatizzato. Come fare ?

Nuove idee facili e veloci nella rubrica “Come fare ?”. Dopo l’aceto, l’olio ed il sale aromatizzato, poteva mancare lo zucchero ? Proprio no. Eccovi quindi alcuni suggerimenti per avere in casa zucchero di diverso sapore con il quale aromatizzare le vostr bevande e i vostri dolci con un tocco in più.

ZUCCHERO AROMATIZZATO. COME FARE ?
sugar-485045_960_720
Il mio consiglio principale è quello di non prepararne in quantità esagerata, a meno ch non dobbiate usarlo specificatamente peer qualche preparazione. In genere io uso 150, al mssimo 200 gr di zucchero. Lo metto in un vasetto che per mia sicurezza ho precedentemente sterilizzato.
Per preparare lo zucchero aromatizzato alla vaniglia, il più facile, basta inserire i semini ricvati da un baccello nello zucchero. Per avere maggior intensità della vaniglia, utilizzare anche il baccello. Tenere chiuso il vasetto per una settimana prima di utilizzarlo, agitandolo ogni tanto.
Vi piacciono limone, arancia, ecc…? Che ne dite di uno zucchero aromatizzato agli agrumi ? Potete scegliere il vostro agrume preferito: limone, arancia, mandarino, lime… Con un pelapatate togliere la buccia all’agrume prescelto (volendo potete anche utilizzare più di uno insieme), avendo cura di non utilizzare la parte bianca.  Far essiccare al forno per circa 1h a 60 gradi. Una volta fredde le bucce, frullarle sino ad ottenere una polvere che metterete in un vasetto con lo zucchero. Per evitare che l’aroma sia troppo forte, non utilizzare più di un cucchiaino raso di polvere di agrumi essiccati.
Un altro sapore che a me piace molto è quello della cannella e così, fare lo zucchero aromatizzato alla cannella è stato ovvio. Come sempre, mettete nel vasetto la quantità di zucchero che avete deciso di preparare: su 150 gr, mettete mezzo cucchiaino, ma se volete un gusto più intenso potete anche aumentare la quantità. Vi sono piaciute queste idee ? Spero di sì. Appuntamento con “Come fare ?” fra quindici giorni. Se volete qualhe suggerimento in particolare, scrivetemi a [email protected]

Simil pastiera senza glutine

Quest’anno la pastiera  nel periodo pasquale me la posso dimenticare. Il grano è off limits per me. Ma mi sono detta, perchè non sostituirlo con il riso ? Sul web ci sono molte versioni di questa ricetta, anche senza glutine. Quella che vi presento oggi è la mia versione personale. Non la chiamo pastiera perchè non lo è, ma “simil pastiera senza glutine” credo sia il nome adatto.

SIMIL PASTIERA SENZA GLUTINE
Simil pastiera senza glutine
Ingredienti:
Per la frolla:
250 gr farina x dolci senza glutine *
80 gr burro
90 gr zucchero
la scorza grattugiata di un limone bio
la punta di un cucchiaino di lievito x dolci *
2 uova.

Per la crema:
250 gr di ricotta vaccina
200 gr di riso
70 gr zucchero + 30
bacche di vaniglia
650 ml di latte intero
2 uova
arancia candita *
scorza di arancia bio
aroma di fiori d’arancio *

Preparazione:
Iniziamo a preparare la frolla. In una ciotola versare burro e zucchero. Mescolare per bene, poi aggiungervi le uova, e la scorza di limone, incorporando per bene il tutto. Infine, aggiungere farina ed il pizzico di lievito. Impastare con le mani sino ad ottenere un composto uniforme. Dargli la forma di un rettangolo spesso, avvolgere in pellicola alimentare e mettere in frigo per almeno 30 minuti.

Per la crema, io consiglio di prepararla il giorno prima. Far cuocere il riso nel latte, con 70 gr di zucchero e vaniglia, sino ad assorbimento del liquido. Un volta fatto raffreddare, in una ciotola a parte, mescolare la ricotta con le uova, i 30 gr di zucchero rimasti, la scoza di arancia. Aggiungervi il riso cotto nel latte, l’aroma di fiori d’arancio ed i canditi.

Togliere la pasta frolla dal frigorifero, stenderla con un mattarello, e sistemarla in una teglia precedentemente imburrata (o con la carta forno). Foderare bene la teglia, anche lungo i bordi. Versarvi la crema ottenuta. Con l’impasto avanzato, creare delle striscie da collocare sulla superficie. Infornare a 180° per circa 55/60 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare su una gratella. Se volete, potete spolverizzarl di zucchero a velo prima di servire. E la simil pastiera senza glutine è pronta per far mostra di sè sulla tavola pasquale.

* Verificare che su questi ingredienti ci sia la dicitura “senza glutine”, il marchio Spiga Barrata, o sia presente nel Prontuario Aic.