Plumcake alle mandorle

Anche oggi vi propongo un dolcetto. Semplice, ma molto buono, friabile e, soprattutto, che si scioglie in bocca. Avevo delle mandorle in dispensa e mi sono inventata questa ricettina: un soffice plumcake alle mandorle. Cosa ne pensate ?

PLUMCAKE alle MANDORLE

Ingredienti:
200gr mandorle tritate
100gr zucchero
50gr fecola
50 gr farina
3 cucchiaio olio di semi di mais
1 cucchiaio miele di acacia
2 uova
mezza bustina lievito per dolci
mezzo bicchiere latte
plumcake alle mandorle
Preparazione: Tenere da parte quattro cucchiai di mandorle. Separare tuorli e albumi. Montare gli albumi a neve. A parte, sbattere con le fruste elettriche i tuorli con zucchero e miele. Aggiungere quindi olio e latte, e poco per volta, le mandorle tritate. Incorporare farina, fecola e lievito precedentemente setacciati. Infine, mescolando dall’alto verso il basso, aggiungere gli albumi.
Ricoprire di carta forno uno stampo da plumcake e versarvi l’impasto. Sulla superficie spolverizzare le mandorle tritate tenute da parte, e spargervi un cucchiaio di zucchero a velo. Far cuocere a 170° (forno statico) per 35 minuti.

150 anni di gianduiotto

Il Gianduiotto compie 150 anni. E nonostante l’età, il prelibato cioccolatino nato dall’unione fra cacao, zucchero e pasta di nocciole realizzata con la tonda gentile delle Langhe, è sempre fra i più amati dai golosi. gianduiotto
La storia racconta che il gianduiotto nacque in seguito alla mancata possibilità per i mastri cioccolatieri di Torino di ottenere importazioni di cacao, come imposto da Napoleone. E così, alcuni di essi si inventarono altro.  Fu Ernesto Caffarel, poco dopo il 1850, a creare la pasta gianduia, ottenendola dalla lavorazione della nocciola delle Langhe. L’ incontro con il cioccolatiere Michele Prochet portò alla creazione del gianduiotto vero e proprio, come lo conosciamo noi.  Il gianduiotto comparve per la prima volta, rigorosamene tagliato a mano, come ancora oggi solo pochi mastri cioccolatieri fanno ancora, in occasione del carnevale torinese del 1865. Per questo importantissimo compleanno, il maestro Ugo Nespolo ha creato un incarto ad hoc per il gianduiotto Caffarel.

Foto: Wikipedia

Biscotti di “vetro”

Natale si avvicina. Che ne dite di preparare alcune decorazioni o comunque dolcetti che vi faranno sicuramente fare un’ottima figura con amici e parenti ?
Si tratta di biscotti semplici ma di grande effetto.

Sono i

011 copiaBISCOTTI di vetro

Ingredienti:
200gr farina
100 gr burro a temperatura ambiente
100g zucchero
1 uovo
1 tuorlo
scorza di limone qb
caramelle dure colorate

Preparazione: lavorare bene il burro con lo zucchero, il sale e la scorza di limone.
Aggiungere quindi l’uovo ed il tuorlo, amalgamando per bene. Infine, aggiungere la farina. Impastare a mano velocemente sino ad ottenere un impasto liscio. Coprire con la pellicola e tenere in frigo per almeno mezz’ora.
A parte, frantumare le caramelle: non devono ridursi in farina, ma in granelli.
Togliere la frolla dal frigorifero e stenderla con un mattarello. Ritagliare le forme che più si preferiscono, avendo l’accortezza di realizzare una finestrella all’interno di ciascun biscotto.
Con una cannuccia, se li volete appendere, formare un piccolo foro all’estremità superiore.
Trasferire i biscotti su una placca rivestita di carta forno, mettendo le caramelle frantumate all’interno della finestrella realizzata. Mi raccomandi, siate abbastanza generosi con la quantità di caramelle. Infornare i biscotti a 170° per 8-9 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare prima di togliere i biscotti dalla placca Spolverizzare con zucchero a velo, avendo cura di coprire con carta forno la finestrella di caramella sciolta per vitare che lo zucchero copra il “vetro” realizzato.

Torta Reine de Saba di Julia Child

Oggi vi propongo una torta golosissima, che ho voluto provare, visto che in molti la “sponsorizzavano” sul web. Diaciamo che non è proprio dietetica, ma ha un gusto
che, se vi piace il cioccolato, vi conquisterà di sicuro e la vorrete rifare, rifare, rifare…
E’ la famosa torta Reine de Saba di Julia Child (dal film “Julie & Julia”).Torta reine de saba di Julia Child copia

TORTA REINE DE SABA di JULIA CHILD

Ingredienti:
Per la torta:
120 gr cioccolato fondente
2 cucchiaini di rum
120 gr burro morbido (a temperatura ambiene)
160 gr zucchero semolato
3 uova
80 gr farina di mandorle
120 gr farina
mandorle a scaglie qb
essenza di mandorle qb
un pizzico di sale

Per la glassa:
60 gr cioccolato fondente
2 cucchiani rum
5 cucchiai di burro a temperatura ambiente.

Preparazione:   Far fondere il cioccolato a bagnomaria con il rum. A parte, montare a neve gli albumi. In un’altra terrina, invece, montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Aggiungere a questa crema di burro i tre tuorli, amalgamando per bene e continuando a montare il composto con le fruste elettriche. A questo punto, a mano amalgamare al composto di burro e tuorli il cioccolato fuso (poco per volta), le due farine setacciate e poche gocce di essenza di mandorle. Alternare l’aggiunta delle farine agli albumi montati a neve: fare attenzione di mescolare dall’alto verso il basso, per non smontare il composto.  Imburrare una teglia rotonda di 20/22 cm di diametro e versare l’impasto. Cuocere a forno a 180° per circa 25/30 minuti. Fare la prova stecchino: deve uscire ancora un pochino umido al centro. Fare quindi raffreddare la torta su una gratella.
Nel frattempo, preparare la glassa: far sciogliere il cioccolato a bagnomaria con rum, ed aggiungervi il burro poco per volta.  Mettere il composto in una ciotola più grande contenente acqua e ghiaccio per raffreddarlo. Utilizzarlo per glassare la torta. Completare con mandorle a scaglie appena tostate. Alla fine ringrazierete… Julia Child