Resta a Genova il titolo di campione mondiale di pesto

Resta a Genova il titolo di campione mondiale di pesto al mortaio. Ieri nel capoluogo ligure, infatti, si è svolto il Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio ed è stato assegnato ad Alessandra Fasce, 37enne di Genova.pesto
Al concorso, giunto alla sesta edizione ed organizzato dall’Associazione Culturale dei Palatifini, hanno partecipato 100 concorrenti provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. La vincirice ha dapprima passato la prima scrematura effettuata dalla giuria, che ha portato da 100 a 10 il numero dei finlisti, sbaragliando poi la concorrenza in finale.

La ricetta originale del Pesto Genovese al Mortaio prevede tassativamente l’utilizzo di questi ingredienti: Basilico Genovese dop, pinoli, parmigiano reggiano stravecchio, fiore sardo, aglio di Vessalico, sale marino grosso, olio extravergine d’oliva Riviera Ligure dop.

Campionato Mondiale della Pizza

Per tutti gli amanti della pizza, segnalo un importante evento dedicato a questo golosissimo piatto. La prossima settimana, e per la precisione da lunedì 11 a mercoledì 13 aprile al Palacassa di Parma si svolgerà la venticinquesima edizione del Campionato Mondiale della Pizza. Questo simbolo del nostro paese, sarà il protagonista assoluto della tre giorni di manifestazioni e di gare. Sono attesi a Parma, infatti, oltre 600 fra pizzaioli e cuochi che si daranno battaglia sfornando pizze di ogni genere.
pizzaIl Campionato Mondiale della Pizza proporrà ben dodici diverse competizioni: dalla pizza classica a quella in teglia, da quella Napoletana Stg, a quella in pala, arrivando a quella a due. E ancora: pizza senza glutine, triathlon, stile libero individuale, stile libero veloce, pizza più larga, pizzaiolo più veloce. Particolarità dell’edizione2016, anche il “Trofeo Heinz Beck” per la preparazione dei primi piatti in pizzeria. Info e programma dettagliato su www.campionatomondialedellapizza.it. Quale pizza preferite voi ? 🙂

Oggi è la Giornata Europa del Gelato Artigianale

Giornata europea gelatoOggi, 24 marzo, è la Giornata Europea del Gelato Artigianale. L’iniziativa si svolge dal 2013, dopo un iter internazionale durato alcuni anni. L’idea infatti era nata nel 2008 da Artglace e Longarone Fiere, e solo un anno dopo è stata presentata richiesta ufficiale al Parlamento Europeo.  Dopo una serie di rinvii e problemi, nel 2012, il Parlamento dell’UE finalmente concede il via libera all’istituzione di questa giornata. Fra le motivazioni della decisione, si sottolinea come il gelato arrtigianale rappresenti l’eccellenza fra i prodotti lattiero-caseari per quanto riguarda qualità e sicurezza alimentare.
Il gusto europeo di quest’anno è quello del Maestro Filippo Bano, “Poire Royale”: si tratta di un gelato alla pera, variegato con marmellata di mela e pera e biscotti sbriciolati. Numerose, anche in Italia, le iniziative in occasione della Giornata Europea del Gelato Artigianale.

“Piemunto”: marchio per valorizzare i prodotti piemontesi

Si chiama “Piemunto” ed è il marchio che sarà utilizzato per la campagna di valorizzazione dei prodotti lattiero-caseari realizzati con latte piemontese. Lo ha approvato recentemente la Giunta regionale del Piemonte. Il marchio non sarà però stampato sui singoli prodotti, ma sarà utilizzato dalle catene della grande distribuzione per la realizzazione di appositi corner con latte e fomaggi locali nei supermercati. piemuntoOgni anno in Piemonte si producono 10 mila quintali di latte, e due milioni di essi sono utilizzati per la produzione di formaggi dop. L’iniziativa vuole fronteggiare la concorrenza europea in un settore, quello lattiero-caseario, in grande difficoltà. Ecco quindi “Piemunto”: marchio per valorizzare i prodotti piemontesi.