Week-end goloso a Vercelli e Venezia

Dopo qualche tempo, torno ad occuparmi degli eventi in programma nel fine settimana, a tema enogastonomico, o che comunque abbiano a che fare, in un modo o nell’altro, con il mondo “food”.

– Da oggi, venerdì 27 febbraio, al polo fieristico di Vercelli Fiere a Caresanablot, si svolge la 38esima edizione di “Fiera in campo”, manifestazione organizzata dall’Anga, Giovani di Confagricoltura di Vercelli-Biella, insieme alle sezioni di Novara, Pavia, Milano, Verona e Cosenza.  Il filo conduttore della tre giorni di manifestazione è “Noi mettiamo la faccia perchè il riso abbia la sua”. riso 1Con i suoi 15.000 metri quadrati di esposizione di attrezzature agricole, 220 espositori, 40 ettari di prove in campo, vuole essere un momento di approfondimento e confronto fra il mondo agricolo e quello dei consumatori.
Come detto, il riso sarà il tema scelto per l’edizione di quest’anno, con tutte le sue problematiche, le criticità, le innovazioni, e tanto altro. Fra le altre cose, sarà approfondito il tema del “finto riso biologico”, già oggetto di un’inchiesta proposta da “Report” lo scorso mese di dicembre: saranno chieste regole più precise per garantire la reale coltivazione biologica. Previste tavole rotonde, workshop ma anche momenti di showcooking nell’ambito di “Vercelli rice show” con gli chef Christian e Manuel Cosardi e di Davide Gramegna.  Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito www.angaincampo.it

– A Venezia, invece, domenica 1 e lunedì 2 marzo si svolgerà l’edizione 2015 di “Gusto in scena”. La settima edizione dell’evento organizzato da Lucia e Marcello Coronini si terrà alla Scuola Grande di San GiovannI Evangelista. Presenti, alcuni dei nomi più importanti del mondo gasronomico italiano. Fra gli chef, Enrico Crippa, Davide Oldani, Ilario Vinciguerra, Andrea Aprea, Christian e Manuel Costardi, Massimo Spigaroli; i pizzaioli Gino Sorbillo, Renato Bosco, e Stefano Callegari ed i pasticceri Iginio Massari e Luigi Biasetto. pizzaTutti si cimenteranno secondo le regole de “La cucina del senza” (il claim della manifestazione da anni), per pensare la cucina senza uno o più ingredienti.  Il congresso seguirà proprio questo filone con il tema: “I piatti Firma ed I piatti della grande tradizione italiana visti attraverso la cucina del senza 2015”, ovverosia senza grassi o senza o dessert senza zuccheri aggiunti.  Novità del 2015 la “Pizza  del senza”: i pizzaioli presenti insegneranno a realizzare una pizza senza sale e senza grassi, valorizzando al meglio le materie prime con le quali viene realizzata. Info su www.gustoinscena.it

Scomparso Tinarelli, esperto di risicoltura

E’ scomparso a Vercelli, all’età di 92 anni, Antonio Tinarelli, il più famoso ricercatore italiano ne campo del riso, ed esperto di riscoltura a livello internazionale. Tinarelli arrivò a Vercelli negli anni ’50, su incarico dell’Ente risi. Dapprima svolse l’attività di ricercatore, e poi divenne responsabile dell’ufficio sementi. Nel corso della sua carriera, ha dato un fondamentale contributo allo sviluppo nuove tecniche e alla creazione di nuove varietà di riso, quali Sant’Andrea, Baldo, Roma, Ribe.

Risicoltori mobilitati contro importazioni a dazio zero

Risicoltori in mobilitazione per chiedere lo stop alle importazioni di riso a dazio sero dai Paesi Meno Avanzati. “Se non si ferma l’importazione selvaggia, la risicoltura suburà un tracollo permanente e con essa è a rischio tutto l’equilibrio idrogeologico di una vasta zona compresa fra il Piemonte e la Lombardia”, si legge in una nota congiunta diffusa da Confagricoltura, CIA, Airi (Associazione Industrie Risiere Italiane), Confartigianato Riserie Artigiane e MediaRice Associazione Mediatori. Il prezzo di mercato delle varietà di riso Lungo B (indica), sono quelli che subiscono maggiormente la concorrenza delle importazioni dalla Cambogia: il loro prezzo è sceso dai 26 euro al quintale dello scorso febbraio, agli attuali 22,5 euro, non coprendo i costi di produzione. Oltre a questo, i risicoltori hanno nei magazzini ingenti quantità di prodotto. Le importazioni di riso lavorato in UE sono aumentate di 100 mila tonnellate, di cui 84 provenienti dai Paesi Meno Avanzati con dazio zero. Le associazioni chiedono alla Commissione Europea di introdurre la clausola di salvaguardia per porre un llimite alle importazioni di riso dalla Cambogia. Per far conoscere la situazione di disagio dei risicoltori il mondo agricolo, quindi scenderà in piazza, nelle sedi delle Borse Merci delle aree risicole.  Il 14 luglio ci sarà una manifestazione a Novara, il giorno successivo a Vercelli (mattina) e Milano (pomeriggio), il 16 a Pavia, il 18 a Mortara.

risaiaColdiretti Piemonte, invece, consegnerà ai Prefetti ed ai presidenti delle Province risicole un documento con il quale chiede “con forza una nuova legge per la regolamentazione del commercio interno, in cui sia inserito chiaramente l’obbligo di indicazione dell’origine ed etichettatura del riso. Questo, per evitare che ancora una volta, la produzione made in Piemone vada ad essere utilizzata dalle riserie che tendono a nazionalizzare il riso estero”.  L’Italia è il maggior produttore di riso in Europa, con oltre 14 milioni di quintali l’anno: il primato spetta al Piemonte, con oltre 120 mila ettari di risaie ed una produzione di 8 milioni e 500 mila quintali.

Appuntamenti golosi

Anche questo fine settimana non mancano, in giro per l’Italia, numerosi appuntamenti per i golosi di vario genere.Ne segnaliamo alcuni.

– Si svolge sino a domenica nella sede di Vercelli Fiere a Caresanablot, la 37esima edizione di “Fiera in Campo”, evento organizzato dai giovani di Confagricoltura Anga. Previsti workshop, laboratori didattici  cooking show. Fra i workshop, si segnalano quello per la presentazione della “Strada del riso vercellese di qualità (di cui ho già parlato qui) e quello sull’etichettatura trasparente dei prodotti agroalimentari. Per i cooking show, saranno invece presenti gli chef Aurora Mazzucchelli, Alberto Conti, Ilario Vinciguerra, Leandro Luppi, Marco Gubbiotti, Pino Cuttaia, Maurizio e Sandro Serva, Gaetano Trovato, Domenico Cilenti, Manuel e Christian Costardi, Christian Milone, Pasquale Palamaro, Luca Abbruzzino, Roberto petza ed Ivano Ricchebono, che declineranno il riso in diverse forme.

– Domani e domenica, sabato 22 e domenica 23 febbraio, ad Agrigento la mandorla sarà la protagonista del “MandorlaFest”. La due giorni la celebrerà in vari modi: dalla cucina, all’arte, dalle antiche tradizioni dei maestri pasticceri, alla salute. In programma anche un concorso egionale per professionisti ed uno per dilettanti di cake design, esposizione di una torta gigante a base di mandorla raffigurante la cattedrale della città, degustazioni, workshop, laboratori, stand di aziende di settore. L’evento è promosso dal Distretto Turistico regionale Valle dei Templi di Agrigento.

– Ad Asti, invece, è in corso di svolgimento “AtChocolat”. La manifestazione si svolge in piazza San Secondo. Anche in questo caso sono proposte al pubblico degustazioni, esibizioni e concorsi di cake design, lezioni di cioccolateria per adulti e bambini.  Organizzano il Comune di Asti, Confesercenti, Cna Asti e CiocchinBo.