Black list dei prodotti più contaminati

I broccoli cinesi, il prezzemolo vietnamita, il basilico indiano, le melegrane egiziane, il peperoncino thailandese, la menta marocchina, i meloni dominicani, le fragole egiziane, i piselli keniani, le arance egiziane: sono questi i prodotti inseriti da Coldiretti nella black list dei cibi più contaminati. I dati di Coldiretti sono stati presentati oggi e si basano su analisi dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare con riferimento al Rapporto 2015 sui residui di fitosanitari in Europa.

broccoliNel 92% dei campioni di broccoli cinesi analizzati sono state trovate numerose sostanze chimiche in eccesso, mentre nel prezzemolo vietnamita (78% di irregolarità) ne sono state riscontrate altre, sempre in valori superiori al consentito. Ancora peggio per il basilico indiano: secondo il rapporto europeo contine una sostanza vietata nel nostro paese, in quanto considerata cancerogena. Per la maggioranza si tratta di micotossine, additivi e coloranti che superano i livelli previsti dalla normativa europea.

Secondo Coldiretti, l’agricoltura del nostro paese, oltre ad essere quella più “green” d’Europa, avere il divieto di ogm e moltissime aziende biologiche, è al vertice per quanto riguarda la sicurezza alimentare mondiale con il minor numero di prodotti agroalimentari con residui chimici irregolari (solo lo 0,4%), un dato quasi quattro volte inferiore alla media europea e 20 volte in meno rispetto ai prodotti di paese extra Ue.

Quindi, quando andate a fare la spesa, controllate sempre l’origine dei prodotti che acquistate !