Bacche di vaniglia usate – come fare ?

Le bacche di vaniglia: profumate, dal sapore intenso, ma al contempo preziose e care. Come fare per sfruttarle appieno ?  Ecco alcuni semplici consigli.
bacche di vaniglia
BACCHE DI VANIGLIA USATE – COME FARE ?

Se per la ricetta di un dolce dovete utilizzare solo i semi contenuti nelle bacche di vaniglia, non abbiate paura di sprecare il baccello. Invece di gettarlo, come in tanti, ahimè, fanno, conservatelo avvolto nella pellicola alimentare in un luogo asciutto. Potrete riutilizzarlo in tantissimi modi.

– Uno di essi è usarlo in una successiva preparazione (ad esempio budino, torta) mettendolo nel latte da scaldare previsto nella ricetta. Il baccello lascerà un profumo ed un sapore delizioso.

– Oppure potete farlo seccare per circa un’ora in forno a 140 gradi, e poi tritarlo finemente in un mixer. Otterrete una polvere di vaniglia, ottima per insaporire tutti i vostri dolci. Da conservare in un vasetto ermetico.

– Infine, potete inserire la bacca priva di semi in un vaso contenente zucchero: tempo una quindicina di giorni, avrete un ottimo zucchero vanigliato

Ciambelle di Carnevale senza glutine

A Carnevale non possono mancare i fritti. Questa volta non ho preparato chiacchere o frittelle, ma delle deliziose ciambelle di Carnevale senza glutine. Un poco di vaniglia, la scorza di limone: davvero deliziose e molto golose. Anche per celiaci ed intolleranti al glutine è Carnevale !  E allora, gustatevi la mia ricetta delle

CIAMBELLE DI CARNEVALE SENZA GLUTINE

Iciambelle di Carnevale senza glutinengredienti:
400 gr patate bollite
200 gr farina per dolci senza glutine *
1 uovo intero + 1 tuorlo
1/2 bustina di lievito per dolci senza glutine *
100 gr zucchero + qb per la decorazione
la scorza gratugiata di un limone biologico
semi di una bacca di vaniglia

Preparazione: far bollire le patate. Una volta cotte, schiacciare con l’apposito attrezzo e farle raffreddare. Aggiungere poi le uova, mescolando bene sino ad amalgamare il tutto. Quindi, incorporare lo zucchero, i semi di vaniglia e la scorza di limone. Infine, poco a poco, aggiungere la farina. Impastare per bene con le mani, sino ad ottenere un composto morbido e liscio. Far riposare 45 minuti in frigorifero. Su una spianatoia poi, formare tanti filoncini e dare loro la forma di ciambella. Friggere in olio di arachidi ben caldo sino a doratura. Ancora calde, passare le ciambelle di Carnevale nello zucchero semolato. Queste ciambelle di Carnvale senza glutine sono davvero golose. Se vi piace, allo zucchero semolato della decorazione potete aggiungere anche un pizzico di cannella

  • verificare che ci sia la dicitura “senza glutine”, che compaia il marchio spiga barrata o che sia present nel Prontuario Aic.