Petits-beurre

Adoro la pasticceria, quella francese in particolare. Così splendidamente burrosa…
Adesso che causa celiachia non la posso più gustare, mi accontento di leggere le ricette (che presto cercherò di trasformare in versione senza glutine). Oggi vi propongo un libricino davvero delizioso che contiene suggerimenti deliziosi per realizzare petits-beurre da sogno.

PETITS-BEURRE – Bérengèr Abrahm con Lucy Oger

Un volumetto di poco più di 50 pagine. Già le foto vi faranno venire voglia di preparare petits-beurrepetits-beurre a non finire, ve lo garantisco. Dopo la presentazione della ricetta base, sono propose ben ventidue diverse idee per i vostri petis beurre. Da quelli alle noci, al cacao, al limone, speziati, al pistacchio, passando a ricette che prevedono l’utilizzo di questi fantastici biscotti (insime a mousse, creme, crostatine, cheescake, tiramisù…). Ma voi, lo sapevate che si possono preparare anche salati ? Io prima di acquistare questo libro, no, lo ammetto. Qui ci sono quelli ai semi e parmigiano, tartine con paprika e gamberetti… Insomma, un panorama di petits beurre davvero vasto, all’interno del quale potrete scegliere il vostro, o meglio, i vostri (perchè vi assicuro, saranno più di uno) preferiti. Ma c’è di più. Insieme al libricino troverete uno stampo per ritagliare l’impasto ed imprimervi la dicitura “petit beurre maison”.

Scheda:
“Petits-beurre” – Bérengèr Abrahm con Lucy Oger
Fabbri Editore

Il burro dei record

E’ il burro più grande del mondo: pesa oltre 100kg, è lungo 80 cm, alto 30 cm e largo 50 cm. E’ stato preparato ieri ad Expo Milano 2015 presso il Padiglione Italia dal Trentino.
Il “burro dei record”, così come è stato definito, è stato realizzato dal maestro Adriano Fontana di Canal San Bovo.

Foto Credits: Expo 2015 / Daniele Mascolo

Foto Credits: Expo 2015 / Daniele Mascolo

Per la realizzazione dello stampo, è stata utilizzata una vasca di legno intagliata dallo scultore trentino Matteo Zeni. La trasformazione della panna in burro, è stata fatta utilizzando una tipica zangola a motore degli anni ’70. Il “burro dei record” verrà utilizzato per preparare piatti tipici trentini che saranno offerti ai visitatori in occasione della settimana dedicata alla Coldiretti del Trentino.

Biscotti di “vetro”

Natale si avvicina. Che ne dite di preparare alcune decorazioni o comunque dolcetti che vi faranno sicuramente fare un’ottima figura con amici e parenti ?
Si tratta di biscotti semplici ma di grande effetto.

Sono i

011 copiaBISCOTTI di vetro

Ingredienti:
200gr farina
100 gr burro a temperatura ambiente
100g zucchero
1 uovo
1 tuorlo
scorza di limone qb
caramelle dure colorate

Preparazione: lavorare bene il burro con lo zucchero, il sale e la scorza di limone.
Aggiungere quindi l’uovo ed il tuorlo, amalgamando per bene. Infine, aggiungere la farina. Impastare a mano velocemente sino ad ottenere un impasto liscio. Coprire con la pellicola e tenere in frigo per almeno mezz’ora.
A parte, frantumare le caramelle: non devono ridursi in farina, ma in granelli.
Togliere la frolla dal frigorifero e stenderla con un mattarello. Ritagliare le forme che più si preferiscono, avendo l’accortezza di realizzare una finestrella all’interno di ciascun biscotto.
Con una cannuccia, se li volete appendere, formare un piccolo foro all’estremità superiore.
Trasferire i biscotti su una placca rivestita di carta forno, mettendo le caramelle frantumate all’interno della finestrella realizzata. Mi raccomandi, siate abbastanza generosi con la quantità di caramelle. Infornare i biscotti a 170° per 8-9 minuti. Togliere dal forno e far raffreddare prima di togliere i biscotti dalla placca Spolverizzare con zucchero a velo, avendo cura di coprire con carta forno la finestrella di caramella sciolta per vitare che lo zucchero copra il “vetro” realizzato.