Campionato del mondo di pesto e Slow Food Day

Come faccio spesso, vi segnalo alcuni eventi del wek-end: questa volta parliamo del Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio, in programma a Genova e dello Slow Food Day, che coinvolgerà oltre 300 località in tutta Italia.

  • Sono cento, provenienti da ogni parte del mondo, i concorrenti che domani, sabato 16 aprile, si affronteranno nel Campionato del Mondo di Pesto Genovese al Mortaio. pestoL’iniziativa, organizzata dall’Associazione Culturale dei Palatifini, si svolgerà  Palzzo Ducale. Fra gli stranieri in gara si segnalano un concorrente norvegese, uno dalla Nuova Zelanda, dalle Hawaii, dal Giappone e dal Togo. L’organizzazione fornirà a  tutti i partecipanti il necessario per preparare il pesto: fra i cento concorrenti, la giuria, composta da gastronomi ed esprti, sceglierà i migliori dieci che si affronteranno nella finalissima. Lo scorso anno la vittoria andò ad una signora genovese di 86 anni. Info su www.pestochampionship.it
  • Sesta edizione, domani, sabato 16 aprile, dello Slow Food Day. Lo slogan di quest’anno, che coincide con il trentesimo anniversario di Slow Food è “Voler bene alla Terra”. Sono oltre trecento le piazze coinvolte, in vario modo, nell’iniziativa: tutte le condotte Slow Food forniranno al pubblico informazioni ed offrire momenti divulgativi, oltre a far conoscere i vari progetti riguardanti i Presidi Slow Food, l’Arca del Gusto, Orti scolastici, Orti in Africa ed altro ancora, tutto all’insegna della promozione dell’alimentazione naturale.
    Per conoscere nel dettaglio le località e le manifestazioni in programma, visitare il sito http://www.slowfood.it/slowfoodday/

A Milano la finale “Espresso Italiano Champions 2015”

Si svolgerà a Milano il prossimo 25 ottobre la finale dell'”Espresso Italiano Champions 2015″, in cui si eleggerà il re del caffè italiano.tazza caffè
In questi mesi si sono svolte numerose gare di selezione fra baristi. Il concorso è promosso dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano. In finale ci saranno 19 baristi: sei di essi sono stranieri. Si tratta di profssionisti provenienti da Grecia, Germania, Cina, Taiwan  Corea.

Le semifinali e la finalissima si svogeranno in occasione di Host 2015.
Sul sito dell’Istituto Nazionale Espresso Italiano, si legge che l’espresso italiano certificato deve essere in “una tazzina, con circa 25 millilitri di caffè. Deve avere un crema consistente di color nocciola tendente al testa di moro, con riflessi fulvi. Inoltre, l’aroma dve essere intenso, ricco di note di frutta, fiori, cioccolato e pane tostato e al gusto deve risultare corposo e vellutato, giustamente amaro ma mai astringente”